DOPPIO SCUDETTO PER L’ATLETICA BERGAMO 1959 AGLI ITALIANI DI SOCIETÀ ALLIEVI

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Finale con il brivido nell'ultima giornata di gare dei societari allievi; nella classifica femminile la squadra lombarda sopravanza le altre formazioni nelle ultime due gare, andando a vincere per un punto e mezzo.L’atletica Bergamo 1959 riesce a portare a casa i due titoli italiani, quello maschile e femminile, ai campionati italiani di societa allievi che si sono tenuti nel weekend a Modena tra il 18 e 19 Giugno. La doppietta che sembrava sfumata nella prima giornata di gare è riuscita lo stesso per i portacolori dell’Atletica Bergamo che si sono dati, in un autentico tripudio, ad una festa incontenibile nel campo scuola di Modena.
Netto il distacco in campo maschile 170 punti, ben ventuno punti di vantaggio sull’Atletica Toscana classificatasi seconda con 149 punti, terza le Fiamme Gialle 140.5 punti quarti con lo stesso punteggio, l’Atl. Cento Torri Pavia.
In campo femminile, invece, come era da previsioni, la lotta è stata serrata fino all’ultima gara, la vittoria è andata alla squadra di Bergamo per un solo punto e mezzo, 146.5 punti, contro i 145 punti della seconda classificata, l’Atletica Giuliana, al terzo posto sì è classificata la formazione dell’Atletica Brugnera con 141 punti, quarta con lo stesso punteggio la Camelot MilanoAtletica Brugnera, per portare a casa quei dieci punti che gli hanno garantito il titolo anche in campo femminile.
Gli atleti che si sono messi in luce in questa giornata di competizioni, sono stati, nel lancio del martello, Maurizio Martoni, della Fratellanza Modena che è andato al suo personale con un lancio da 56 metri e 25, secondo, dietro di poco, Alessandro Drenina dell’Atl. Udinese Malignani, con 56.17 metri, nei 3000 metri sì è assistito ad una gara tattica che si è risolta con un fortissimo ultimo giro di pista ha visto prevalere l’atleta della Cento Torri Pavia, Mohamed Cherrah, con 9.22.86 sull’atleta delle Fiamme Gialle, Domenico Autenzio secondo classificato con il tempo di 9.25.05.
Nei 200 piani femminili Jessica Paoletta, della studentesca Ca.Ri.Ri, è andata a vincere anche questa prova, dopo i cento metri di Sabato, stabilendo il suo primato personale, il precedente era di 24.78, con il tempo di 24.49, seconda Elena Bonfanti Atl. Lecco Colombo Costruzioni 24.89. Negli allievi Nicola Trimboli, Atl. Bergamo 1959, sì è rifatto della sconfitta patita nei 100 metri ad opera di Daniele La Naia, della Riccardi Milano, battendolo al fotofinish con il tempo di 22.19, contro i 22.21 di La Naia, al terzo posto sì è classificato, Salvatore Blandolino, della Meltin Pot Salento con il tempo di 22.45.
Nel getto del peso allievi, l’atleta di casa della Fratellanza Modena, Giacomo Drusiani, sì è imposto nettamente vincendo la gara con la misura di 15 metri e 15, contro i 13 metri e 36 di Fabrizio Cioci delle Fiamme Gialle, nel salto in alto ottima gara ad opera di Riccardo Cecolin, dell’Atl. Udinese Malignani che si è imposto con la misura di tutto rispetto di 2 metri e 04, fatta al secondo tentativo: entrato alla misura di 1.91, ha saltato ormai solo in gara, 1.97, per poi sbagliare una sola volta a 2.04.

fonte: Fratellanza 1874

ALLEGATO: ANet_news__19.6.2005.htm (623 Kb)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *