DENISE LEWIS SI RITIRA

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Dopo, Jonathan Edwards e Steve Backley l’atletica Britannica perde un altro dei suoi volti più famosi. Denise Lewis, classe ’72, celebre heptahleta, campionessa Olimpica a Sydney 2000, una vera icona dello sport britannico ha comunicato la sua decisione ieri ai media britannici.

“Il mio fisico ne ha avuto abbastanza” ha detto al Times. La Lewis ha precisato che ha preso la decisione definitiva dopo avere recentemente perso 3 settimane di allenamenti per una infezione alle tonsille. Di fatto non sarebbe stata in grado di gareggiare e di qualificarsi per I prossimi mondiali.

“Dopo una lunghissima serie di infortuni e contrattempi, il messaggio mi è arrivato forte e chiaro, qualcuno, qualcosa mi ha detto che l’atletica non avrebbbe più fatto parte del mio futuro. E’ venuto il momento di salutare tutti e smettere” è stato il laconico comunicato.

Nel frattempo, Frank Dick ex grande direttore tecnico della federazione Inglese ha già dichiarato che proprio in funzione delle sue caratteristiche umane e tecniche la Lewis dovrebbe essere impiegata all’interno della UK Athletics per promuovere l’atletica. Di fatto la Lewis è già impegnata per promuovere la candidatura di Londra per le Olimpiadi del 2012.

Ricordiamo che Denise Lewis oltre al titolo olimpico a Sydney ha nel suo palmares anche un titolo europeo e due del Commonwealth ed è stata per anni una delle migliori specialiste delle prove multiple in assoluto. Grande agonista, il suo personale nell’eptahlon è di 6831 punti, mentre a livello di gare individuali spiccano 1,87 di alto, 6,69 metri nel lungo, 13”13 nei 100 Hs, 16,12 di peso e 51,68 nel giavellotto.

Un paio di anni fa era stata al centro di una furiosa controversia al rientro dopo la gravidanza a causa dell’ impiego di Ekkar Arbeit (ex tecnico DDR) come allenatore per I lanci. Attaccata dai giornali e da alcuni mambri della federazione stessa dovetta fare marcia indietro e tornò dal suo tecnico abituale.

fonte: UK Athletics / Foto: Globalgang.org.uk

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *