CONTO ALLA ROVESCIA PER I MONDIALI ALLIEVI

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Inizieranno tra due settimane i mondiali allievi che si terranno a Marrakech in Marocco e diverse nazioni hanno già svelato i nomi dei loro migliori atleti che tenteranno di imporsi nella manifestazione più importante del calendario allievi.
La giovane atleta americana Ebony Collins, dall’età di 4 anni trascorre lunghi pomeriggi sulle piste californiane, ed ai mondiali rappresenterà gli Stati Uniti nei 400 ostacoli dove lotterà per la medaglia d’oro, La Collins vanta di un personale di 53 secondi e 60 centesimi e detiene anche il record statunitense universitario sulla distanza dei 300 ostacoli con l’ottimo tempo di 40″10.

Anche la nazionale keniana rivela i suoi gioielli, dopo aver partecipato ai trials serviti per selezionare gli atleti che parteciperanno all’appuntamento, non dovrebbe deludere Veronica Nyarwai capace di correre i 3000 metri in un impressionante 8:52.9, tempo che ha sbalordito tutti i presenti.
Anche in campo maschile ci saranno forti emozioni con in pista Muinde Matheka e Bisluke Kipkorir; il primo sì è imposto nei 3000 metri in 8:00:8 mentre il secondo ha vinto i 2000 siepi con il tempo di 5.33.1.
Yuriko Kobayashi è la carta che giocherà il Giappone, l’atleta che vanta un personale di 2 minuti 5 secondi e 84 centesimi tenterà di imporsi nella distanza degli 800 metri o sorprendere le avversarie nei 1500 metri dove vanta un personale di 4 minuti 14 secondi e 5 decimi, tempo che la proietterebbe immediatamente sul podio.
Anche l’Ungheria si prepara ai mondiali allievi, infatti, c’è molta attesa per la prestazione di Sándor Pálhegyi martellista che vanta un personale di 79 metri e 76 centimetri, misura che impressiono due anni fa a Sherbrooke dove vinse la medaglia di bronzo nonostante non fosse ancora nella categoria allievi!
Héctor Dairon Fuentes, triplista cubano tenterà il tutto per tutto per salire sul podio visto che quest’anno ha già saltato 16 metri e 23; lo stesso faranno le sue compagne di squadra
Ariannys Bichyb che ha già scagliato il suo martello a 57 metri e 62 e Yanet Cruz che ha lanciato il giavellotto a 53 metri e 20 centimetri.
La Jamaica tenterà di ripetere i successi ottenuti nella scorsa edizione dei mondiali di Sherbrooke dove la squadra giamaicana ottenne delle ottime medaglie nel settore della velocità, anche quest’anno presenterà una fortissima 4×100 allieve capitanata da Schillonie Calvert, atleta capace di correre i cento metri in 11.44 ed i 200 metri in 23.44.

Nella foto sopra Yuriko Kobayashi, Ebony Collins e Sándor Pálhegyi

fonte: Iaaf

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *