LANCIATORI BIELORUSSI AVANTI TUTTA!

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Sono stati i lanciatori i grandi protagonisti dei campionati Bielorissi di atletica svoltisi a Brest durante lo scorso weekend.
Tanto per cominciare Ivan Tikhon che ha lanciato il martello 6 volte sopra gli 83 metri con una sparata a 86,73 metri all’ultimo lancio ad un solo centimetro dal record del mondo di Yuri Syedikh (ancora roba dell’86!!).

Con questo lancio Tikhon ha stabilito il record nazionale che era di Igor Astapkovich attuale responsabile dei lanci proprio in Bielorussia.
“Non mi aspettavo proprio il record “ ha dichiarato Tikhon “anzi ero più concentrato sugli avversari e sulla lotta per le medaglie più che sulle misure. Dopo le scorse Olimpiadi la mia tecnica era peggiorata sensibilmente e da allora ho dovuto concentrarmi molto in allenamento per ritornare su certi livelli. Ora non voglio dire che tutto è a posto ma adesso posso pensare tranquillamente sui prossimi mondiali.”
Il fatto che Tikhon fosse concentrato sugli avversari è confermato dalla misura del secondo classificato Vadim Devyatovskiy, che seppure arrivato tardi alla gara ha lanciato a 83,68 (seconda misura mondiale stagionale)

Nel martelllo femminile dopo una gara tiratissima, ha prevalso Olga Tsander con un lancio a 70,49 Al secondo posto la campionessa mondiale Allieve Maria Smoljachkova con 69,85 mentre al terzo posto si è piazzata Svetlana Sudak con 69.49.

Nadezhda Ostapchuk nel peso femminile ha lanciato a 20,93 nuovo record nazionale. Per non meglio definiti motivi la Ostapchuk ha gareggiato fuori classifica (sembra non sia tesserata con nessun club nazionale) pertanto il titolo è andato a Natalia Khoroneko con 19,78.

Nel peso uomini il titolo è andato a Andrey Mikhnevich con una bordata a 21,08. Sorpresa nel disco uomini dove il favorito Aleksandr Malashevich è stato battuto dall’iraniano Ehsan Hadadi con la misura di 62,93. L’iraniano conquista così il titolo open.

E la Nesterenko?? Unica assente fra I nomi importanti di questi campionati è la campionessa olimpica sui 100 di Atene Yuliya Nesterenko, la quale stando alle notizie circolanti a Brest si sta ancora allenando duramente ma non è ancora pronta per gareggiare. In sua assenza i titoli sui 100 e 200 sono andati a Natalia Sologub con 11”30 e 22”82. Vederemo un pò cosa succederà a Helsinki

fonte: IAAF / Foto: www.hammerthrow.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *