ZAGABRIA – LEVORATO VINCENTE

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Nei 100 metri Manuela Levorato batte nettamente la favorita giamaicana Aleen Bailey con una buon finale in 11.42 con vento assente. Dopo un’ora prova a fare doppietta correndo anche i 200, dopo la curva si presenta in vantaggio sul rettilineo finale ma la russa Maydanova ha un finale migliore e la gara si conclude con la russa prima in 22.97 e la Levorato seconda con un buon 23.01.

Tempi alti anche nella gara A dei 100 metri uomini : Bernard Williams, vincitore per questione di millesimi sul compatriota Edwards con il tempo di 10.30, non è il vero vincitore del meeting, nella serie B l’australiano Patrick Johnson è riuscito a fare meglio 10.28.

Kajsa Bergqvist senza rivali (seconda Palamar e terza Veneva entrambe ferme a 1.95) con una gara senza errori è ancora la sola a superare i 2 metri in questa stagione e si conferma la numero 1. Raffaella Lamera è ottava a 1.80.

Il lancio del martello ha visto la vittoria di Manuela Montebrun con un lancio a 74.66, seconda la Moreno a 73.88.

Solo Dwight Phillips è riuscito a superare gli 8 metri nel lungo, 8.15 è bastato per vincere la gara davanti al giamaicano Beckford 7.92.

I campionati mondiali di Helsinky perderanno una grande protagonista dei 100 ostacoli donne, dopo la vittoria a Roma infatti è ancora Anjanette Kirkland a vincere in 12.67 , ma l’atleta statunitense non essendo arrivata nelle prime tre ai trials non potrà partecipare ai mondiali. Seconda la connazionale Carruthers.

1000 metri con finale a sorpresa. All’ultimo giro si staccano in due: la statunitense Jen Toomey e la slovena Brigita Langerlholc, lontana la Ceplak e ancora più lontana la Neporadna. Quando la Toomey sembrava lanciata verso la vittoria la Ceplak entra in azione superando atlete in curva e sprinta per raggiungere la Toomey, la passa ,ma ed ecco arrivare di gran carriera dalle retrovie la Neporadna che per un centesimo è seconda. La vittoria va alla Ceplak in 12:36.33.

Grande finale per il keniano Kipsiro nei 3000 metri, con un cambio di ritmo brucia gli avversari correndo un ultimo giro di poco sopra i 55 secondi, il tempo finale sarà di 7:44.57.

fonte: RAI-IAAF/fotoRAI

ALLEGATO: ANet_news_risultati_completi_Zagabria_2005_11.7.2005.txt (6 Kb)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *