IN CLASSE CON I FUTURI CAMPIONI

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Ci siamo, Mercoledì 13 Luglio prenderanno il via i mondiali Under 17 a Marrakesh in Marocco, ma per molti dei ragazzi l’avventura è già iniziata qualche giorno prima con gli incontri “In classe con i futuri campioni” un iniziativa che secondo noi meriterebbe di essere sviluppata e applicata anche in casa nostra. Vediamo di cosa si tratta.

Di fatto è una serie di incontri molto informali con domande e risposte fra i giovani atleti che parteciperanno ai mondiali e alcuni campioni del recente passato che si sono resi disponibili a discutere le proprie esperienze di atleti di alto livello con i potenziali campioni del domani. Atleti come Ana Fidelia Quirot, Nezha Bidouane, Wilson Kipketer, Heike Drechsler, Maksim Tarasov hanno passato ore a rispondere alle domande dei ragazzi. Gli argomenti di cui hanno parlato sono stati fra i più disparati. Si è discusso di aspetti tecnici (quanto è importante la velocità negli 800? E nel salto in lungo? Quale è il ruolo del braccio sinistro nel salto con l’asta?) Molti dei ragazzi hanno chiesto ai campioni quali erano le loro prestazioni durante gli anni delle categorie giovanili, si è inoltre parlato di doping e delle problematiche ad esso legate.

Le domande sono state dirette e franche come solo quelle dei giovani sanno essere. “Hai mai avuto dei modelli di riferimento? Cosa facevi prima di una gara importante? Come riuscivi a convivere con lo stress? Cosa mangiavi?” A tutte le domande c’è stata una risposta e I grandi atleti del passato hanno condiviso le proprie esperienze e le proprie conoscenze con stesso entusiasmo dei ragazzie e delle ragazze presenti.

“E’ stata una bellissime esperienza” ha dichiarato Ana Fidelia Quirot “a Cuba organizziamo spesso questo tipo di incontri e a me personalmente piace moltissimo condividere le mie esperienze con i giovani. “E’ il miglior modo di motivare i ragazzi” ha detto Nezha Bidouane, mentre Wilson Kipketer è ststo prodigo di consigli per tutti, ricordando di avere commesso parecchi errori all’inizio della sua carriera internazionale. Heike Drechsler e Maksim Tarasov oltre a dispensare consigli hanno addirittura parlato delle proprie vite private a dimostrazione che il popolo dell’atletica alla fine è come una grande famiglia.

fonte: IAAF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *