SI RIVEDE UN GRAN BOLT

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Sembra essere tornato ai massimi livelli il fenomeno giamaicano dei 200 Usain Bolt. E’ lui il personaggio dell’ultima giornata dei Campionati centroamericani, dominando la finale dei 200 con un tempo di prestigio

Che stesse uscendo dal tunnel dell’infortunio lo si era capito già dalle prime uscite stagionali, che abbia recuperato la forma migliore lo si è visto ieri 11 luglio, con il titolo dei 200 conquistato con la sua Giamaica ai campionati centroamericani.
Usain Bolt, il detentore del record del mondo junior nei 200 metri, il ragazzo più veloce del mondo di ogni epoca, perchè mai nessuno a 16 anni era mai sceso sotto il muro dei 20”, è ritornato tra noi, imponendosi in un ottimo 20”03 con vento nei limiti (+1,8 m/s) annichilendo gli avversari.
Secondo Aaron Armstrong in 20”35, solo terzo Dominic Demeritte in 20”47.
Bolt, con il suo fisico statuario di quasi due metri di altezza si ritaglia pertanto un posticino tra i favoriti per la vittoria finale dei 200 anche ai Campionati Mondiali.

Nei 200 femminili vittoria scontata per Cydonie Mothersill. L’atleta delle isole Cayman fa registrare un buon 22”26, sia pur con folate oltre i limiti di +3,8 m/s. Seconda la quattrocentista bahamense Christine Amertil in 22”64, terzo posto per la giamaicana Peta Dowdie in 22”72.
Tra gli altri risultati dell’ultima giornata in Bahamas, da segnalare un buon Yoandri Betanzos nel triplo, con il cubano che atterra a 17,33 (vento +3 m/s), e bella vittoria della connazionale Yargeris Herrera nel lungo, grazie ad un balzo a 6,88 (vento +4,6 m/s).

fonte: CACBahamas

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *