MONDIALI ALLIEVI. AZZURRI IN CERCA DI CONFERME

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Gottardo: una spallata che vale il quinto posto. Questo è l’esordio della nazionale allievi che dal 13 al 17 luglio terrà alta la bandiera del nostro paese ai campionati mondiali di Marrakech in Marocco.
La prima soddisfazione arriva dal risultato del fortissimo Leonardo Gottardo, giavellottista veneto che ieri ha disputato la sua prima finale mondiale.
È stata una gara di altissimo livello tecnico dove il sudafricano Meyer Noël ha scagliato proprio all’ultimo tentativo il giavellotto a 80 metri e 52 stabilendo il miglior risultato mondiale dell’anno e superando il rivale Avramenko Roman rappresentante dell’Ucraina giunto secondo con la misura di 79 metri e 22 centimetri (anche lui all’ultimo lancio) mentre il gradino più basso del podio è andato al favorito della vigilia Fatecha Vìctor che ha lanciato a 77metri e 21.
L’atleta italiano è riuscito a migliorarsi di 1 metro e 75 centimetri portando il record italiano che già deteneva a 74 metri e 80 centimetri.
Un’ altra medaglia d’oro è arrivata in casa sudafricana nella gara del getto del peso dove Jan Hoffman ha siglato un impressionante 20 metri e 99 centimetri con il peso da 5kg distaccando gli avversari di più di 1metro rispettivamente Tulácek Vladislav con 19.97 metri e Karamfilov Rosen con 19.86 metri.
L’ultima medaglia della giornata se la sono giocata due keniane nella gara dei 3000 metri dove Wanjiru Veronica Nyaruai ha migliorato il record della manifestazione con l’ottimo tempo di 9.01.61 andando a distaccare la sua compagna Pauline Korikwiang che ha chiuso la sua prestazione in 9 minuti 05 secondi e 42 centesimi mentre il terzo posto è andato all’atleta giapponese Hitomi Niya col tempo di 9:10.34.
Per gli atleti italiani ci sono state poche soddisfazioni; gli atleti in gara sono stati eliminati al primo turno: le velociste Jessica Paoletta e Lia Iuvara sono uscite al primo turno eliminatorio nei 100 metri terminando le loro prestazioni in 12.04 e 12.31 artefici di una gara un po’ sottotono; lo stesso hanno fatto Lorenzo Falzoni e Giuseppe Aita che non hanno passato le batterie dei 400 metri correndo rispettivamente la distanza in 50.48 e 50.37.
Non sono andati in semifinale anche Giovanni Bellino e Mario Scapini che hanno corso gli 800 metri in 1:54.59 e 1:57.15.
Infine Tamara Apostolico nel lancio del disco è stata la prima esclusa con 41 metri e 31 cm e De Santis Federica non è entrata nella finale del salto triplo saltando 12 metri e 15 cm.

fonte: Iaaf

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *