ANDREW HOWE VINCE E CONVINCE A VIAREGGIO, 20″52

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Il cronometro segna 20”52 ovvero non solo via libera per i mondiali di Helsinki, ma anche la certezza che Andrew Howe è tornato ad essere Andrew Howe. Sui 200, al triangolare di Viareggio (serata calda e umida), lo sprinter sabino si è sbarazzato facilmente dei rivali russi e francesi fra i quali spiccava il transalpino Cheval, appena sette volte campione di Francia sulla distanza. Invece Andrew, 20 anni, alla sua prima stagione fra gli ”assoluti”, non ha guardato il palmares degli avversari ma ha pensato solo a varcare il traguardo registrando il suo secondo miglior tempo di sempre, abbondante di soli 24 centesimi sul favoloso 20”28 di Grosseto 2004 che gli valse il titolo iridato fra gli Juniores. Andrew non gareggiava da ormai tre mesi, 82 giorni precisa la madre Renée, quando a Rieti debuttò nella categoria con 20”57. Poi il lungo stop dovuto ad un vecchio infortunio al bicipite femorale che l’ha portato a seguire un ciclo di terapie anche a Lione. In mezzo tante sedute nella pista di Vigna di Valle con l’obbietivo di guadagnare il pass per i campionati del mondo che cominceranno il 6 agosto in Finlandia. Adesso la tabella di marcia pervede un altro test a Rieti (1 agosto alle 19,25 stadio Raul Guidobaldi) per abituarsi all’impegno dei vari turni. Il ragazzo, in effetti, sembra tornato in condizione: ieri sera la partenza ha magari tradito l’emozione del rientro, ma poi dall’uscita dalla curva fino agli ultimi 30 metri la sua corsa è stata delle migliori. Infine la ”discesa” fino al traguardo con gli avversari ben distanziati.
«Sono soddisfatto ha detto Andrew sorridendo ai giornalisti è andata come speravo. Adesso sotto con il lavoro insieme a mai madre Renée per arrivare al meglio alla prima batteria del 9 agosto».

fonte: atleticanet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *