ASAFA POWELL RINUNCIA AI MONDIALI

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

I mondiali di Helsinki a pochi giorni dal loro inizio perdono uno dei sicuri protagonisti a quest’evento, Asafa Powell è costretto a rinunciare a correre la gara dei cento metri.
L’atleta giamaicano dopo l’infortunio muscolare riportato nel Super Gran Prix di Londra deve rinunciare alla sua partecipazione nella gara in cui detiene il primato del mondo.
Powell detentore del record mondiale stabilito quest’anno al meeting di Atene con il tempo di 9.77, ha tentato con le cure di uno specialista omeopatico tedesco, il Dott. Müller-Wohlfhart, di riuscire a recuperare l'infortunio, ma la lesione muscolare agli adduttori della coscia è molto vicina ad un tendine e c'è bisogno di molto più tempo per recuperare rispetto alla data dei mondiali.
Il Re della velocità, come ormai è definito Powell, dovrà aggiungere una delusione in più nel suo animo, dopo quella dei giochi olimpici di Atene, dove tagliò il traguardo solo in quinta posizione, il suo manager, Paul Doyle, oramai punta alla quarta tappa del Golden Gala, una meta più realistica per il velocista giamaicano in quanto a recupero. Powell d’altro canto spera ancora di poter correre nella staffetta per poter almeno aiutare a portare nella sua terra una medaglia, ma dalle sue parole, si sente devastato, “Allenarsi tutto l’anno per un obiettivo, per poi pochi giorni prima di centrarlo vederlo svanire ti lascia vuoto dentro“, ha commentato dopo un intervista.
Sogni a parte ora Powell non può permettersi un altro infortunio che lo comprometterebbe più di quanto lo è adesso, e quella di prendere parte alla staffetta, al momento sembra più che altro una sottile e lontana possibilità.

fonte: Iaaf. Gazzetta dello sport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *