HELSINKI: CHI PARTE E CHI RESTA

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Gli Azzurri

I Campionati Mondiali di Atletica Leggera sono ormai alle porte e l’Italia ha completato la squadra che difenderà i colori azzurri in terra scandinava. Rispetto alle convocazioni della settimana scorsa ci sono alcuni cambiamenti che riguardano diversi settori. La prima rinuncia arriva dalla marcia femminile: Rossella Giordano dice anzitempo addio alla gara iridata a causa di un problema al ginocchio. Problemi fisici, stavolta al calcagno, anche per il maratoneta Danilo Goffi e al suo posto partirà Migidio Bourifa. Biglietto per Helsinki anche per Alessandro Cavallaro e Maria Aurora Salvagno, che vanno ad occupare gli ultimi due posti ancora vacanti nel gruppo dei velocisti.
Resta a casa Andrea Longo che non trova la forma dei tempi migliori, via libera quindi a Maurizio Bobbato che porterà un po’ d’azzurro nel mezzofondo iridato. Disco verde anche per il triplista Camossi che sembra aver ritrovato le sensazioni del titolo mondiale indoor di qualche anno fa, e per il velocista Howe, forte del brillante risultato ottenuto nel triangolare di Viareggio.

Il resto del mondo

La “maledizione olimpica” fa strage di stelle: sono diversi infatti i pluricampioni olimpici che dovranno seguire i Mondiali di Helsinki dalla tv. Cominciamo da Christian Olsson, l’uomo che nel salto triplo ha vinto tutto ciò che si poteva vincere: il biondo svedese non è riuscito a recuperare dopo l’intervento al piede e non potrà difendere il titolo conquistato a Parigi. Costretto ad abdicare anche il marocchino Hicham El Guerrouj, che dopo quattro edizioni consecutive, scende dal tetto del mondo. Non va di certo meglio a Kelly Holmes e Jan Zelezny: la mezzofondista, sempre meno motivata dopo il doppio oro ad Atene è ferma per problemi al tendine d’achille; stessa sorte per il primatista mondiale del giavellotto.
Non ci sarà neanche la campionessa in carica dei 400 ostacoli, l’australiana Jana Pittman, fermata da una frattura da stress alle vertebre. Infine per non farci mancare niente arriva anche il forfait, per la verità semi-annunciato, del neo primatista del mondo dei 100 metri, Asafa Powell, di sicuro l’uomo più atteso di questa edizione.

fonte: Iaaf / Fidal

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *