CAMPIONATI MONDIALI – RISULTATI GIORNO 6

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

L’asticella balla ma non cade e il vincitore a sorpresa della gara di salto con l’asta è l’olandese Rens Blom. Fra problemi tecnici di posizionamento dell’asticella e condizioni ambientali tutt’altro che favorevoli questa gara non è stata facile: la misura, in giorni normali interlocutoria, di 5.65 ha dato un posto sul podio. Solo quattro atleti sono riusciti a superare la misura, fra i quali anche Blom, il suo salto veramente miracoloso perché l’asticella ha ballato sopra i ritti senza cadere. Nel folto gruppo degli atleti eliminati c’è anche Giuseppe Gibilisco che ha concluso la gara in quinta posizione. La svolta finale della gara è stato il salto al primo tentativo a 5.80 dell’olandese che ha costretto lo statunitense Walker a rilanciare a una misura successiva che poi non è riuscito a saltare e si è dovuto accontentare del secondo posto. Il bronzo va al russo Gerasimov.

Justin Gatlin fa doppietta: in un podio tutto americano è lui il migliore anche sui 200 metri. Gatlin parte molto bene, Tyson Gay lo insegue a tutta, all’uscita dalla curva Gatlin è leggermente avanti, gli altri tre americani tutti sulla stessa linea, Gatlin incrementa con la sua bella corsa e vince in 20.04 con vento -0.5 per gli altri medaglie d’argento per Spearmon 20.20 e bronzo per il campione uscente Capel 20.31, giù dal podio il quarto americano Gay.

Un’altra vittoria americana dai 100 ostacoli donne da parte di Michelle Perry 12.66 con un vento -2.0. Joanna Hayes l’unica che poteva contrastarla ha incocciato con il penultimo ostacolo andando poi addosso all’ultimo senza saltarlo facendosi male a un ginocchio. Sul podio seconda e terza le due giamaicane Ennis London e Foster.

Bella gara del triplo con i primi otto atleti sopra i 17 metri. Tutti aspettavano Oprea e Gregorio alla vittoria ma è stato Walter Davis a fare il colpaccio con un salto a 17.57. Oprea non al meglio della condizione è riuscito a trovare una medaglia di bronzo all’ultimo salto con 17.40 di un solo centimetro davanti al bahamense Leevan Sands. Ripete per due volte 17.42 Betanzos che gli vale il secondo posto. Il più deluso è Gregorio sesto a 17.20 sembra aver avuto anche lui problemi fisici.

Stasera la migliore nel lancio del disco è stata la tedesca Franka Dietsch con cinque lanci sopra i 64 metri e il migliore a 66.56. Ha provato di tutto la sua grande rivale Natalya Sadova ma non è riuscita a migliorare il lancio iniziale a 64.33 che le ha dato l’argento. Finalmente sul podio la migliore della stagione una felicissima Vera Pospisilova a 63.19.

Semifinali 400 ostacoli con due azzurre
Ottima prova di Benedetta Ceccarelli grande combattente che è arrivata terza nella sua batteria in un buon 55.41 veramente ad un soffio da una finale con il primo tempo delle atlete escluse.
Monika Niederstatter ancora alle prese con qualche linea di febbre è arrivata ultima nella sua batteria con il tempo di 56.14.

Semifinali 200m
Contro un muro di vento -2.7 Christine Arron ha corso molto facile in 22.45 vincendo la sua batteria con Boone e Colander dietro di lei. Allyson Felix aveva veramente un uragano contro -4.0 ha corso in 22.90 nella seconda batteria. Ottima prova della belga Gevaert che arriva seconda battendo la Campbell guadagnando una corsia migliore nella finale. Non ce la fa l’atleta del Benin , l’ultima qualificata è la russa Gushkina.

Semifinali dei 110 ostacoli con tutti i favoriti Doucoure, Johnson, Liu e Trammell che vanno in finale. Avremo quattro americani in finale perché anche Arnold e Brown hanno passato il turno. Eliminato Stanislav Olijars.

Dalle due batterie dei 5000 accedono alla finale fra gli altri: il campione del mondo del 2003 Kipchoge, il suo connazionale per molti il favorito Isaac Kiprono Songok, l’altro keniano John Kibowen i tre etiopi fra i quali ha ben figurato il fratellino di Kenenisa, Tariku Bekele e Craig Mottram.

Batterie degli 800
Maurizio Bobbato arrivato quinto non è riuscito ad entrare nei primi tre qualificati direttamente ed essendo stata gara tattica il tempo alto non ha permesso il ripescaggio. Eliminazioni eccellenti: Andre Bucher, il terzo keniano Alfred Yego che aveva ben figurato negli ultimi meeting. Tutti i migliori sono riusciti a passare al secondo turno fra i quali anche Rashid Ramzi che proverà a doppiare la vittoria sui 1500 metri.

fonte: Atleticanet / Iaaf

ALLEGATO: ANet_news_I_risultati_del_11_08_05_11.8.2005.txt (39 Kb)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *