GREAT NORTH RUN

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Derartu Tulu ha condotto le danze di una gara trascorsa dall’inizio alla fine in testa a fare il ritmo. Dopo i primi 10 km conduceva un gruppetto con le sue due connazionali Weknesh Kidane e Berhane Adere, la keniana Edith Masai e l’unica bianca la lettone Jelena Prokopchuka. Ma chilometro dopo chilometro hanno cominciato a perdere terreno prima la Prokopchuka e poi anche la Masai. A quel punto tutto faceva pensare a un podio solo etiope e dopo aver condotto per mano le connazionali eliminando le altre avversarie la Tulu è partita per fare la propria gara la Adere è crollata mentre la Kidane ha semplicemente perso terreno. La Tulu ha vinto la gara correndo in 1:07.03. Interessante la lotta per gli altri due posti sul podio degli ultimi chilometri con Masai e Prokopchuka lanciate alla caccia della Kidane ma è solo la lettone che riesce a raggiungere la Kidane e a superarla ma l’etiope le resta incollata ai talloni e sul finale la supera: seconda Kidane, terza Prokopchuka, quarta Masai.

La gara maschile è partita lanciata ad un ritmo forsennato dall’etiope Dejene Berhanu il vincitore della scorsa edizione e dall’eritreo Tadesse. Berhanu fino al decimo chilometro ha cercato di staccare Tadesse, ma Tadesse non ha mollato ed è stato proprio lui poco dopo a salutare Berhanu e dopo una corsa solitaria a vincere in 59:05. Sebbene Tadesse abbia corso più velocemente del neoprimato del mondo del giovane Samuel Wanjiru 59.16 la sua prestazione non è il nuovo record del mondo perché la gara perde troppo dislivello. Al secondo posto finisce comunque Berhanu e terzo Ramaala. La stagione della strada è ufficialmente aperta e ai mondiali di mezza maratona a Edmonton fra due settimane ne vedremo delle belle.

Great North Mile in Newcastle il 17 settembre
Ivan Heshko ripete la vittoria dello scorso anno battendo il portoghese Rui Silva. In campo femminile è la campionessa mondiale dei 1500 Tatyana Tomashova a vincere con un grande finale sulla britannica Clitheroe.
Nei 3000 metri ha dominato la gara il keniano Eliud Kipchoge, secondo Kiprop e solo terzo Mottram. Ancora una conferma nella gara femminile per la campionessa mondiale dei 3000 siepi Dorcus Inzikuru che si prende la soddisfazione di vincere anche questa gara.

fonte: BBC/foto BBC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *