DECASTAR – MEETING DI PROVE MULTIPLE

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Alla fine del primo giorno di gara entrambi I favoriti hanno preso la testa della classifica: ma mentre la Barber sembrava senza rivali e lanciata verso un alto punteggio, Sebrle doveva vedersela con un Aleksandr Pogorelov in grande forma.

DECATHLON – primo giorno
Malgrado le favorevoli condizioni climatiche il decathlon è cominciato con un risultato un po’ sottotono nei 100 metri per Roman Sebrle 11.09. I migliori sono stati il belga François Gourmet (10.61) e l’estone Kristjan Ranhu (10.72).
Sebrle, il vincitore dello scorso anno in Talence, ha recuperato subito dopo vincendo il salto in lungo (7.60m). Il primo in classifica dopo tre gare, però,è il russo Aleksandr Pogorelov che con 7.53m nel lungo, 10.99 nei 100m e con il suo nuovo personale nel peso (16.07) si presenta in vantaggio alla gara dell’alto. Sebrle salta 2.04m mentre Pogorelov rafforza la sua leadership superando 2.07.
L’ultima gara della giornata sono i 400 e Pogorelov non fa meglio di 51.10, così il primo posto in classifica passa a Sebrle 49.02.
Dopo cinque gare Sebrle giuda la classifica con 4331 punti (rispetto ai 4513 a metà gara ad Helsinki dove ha chiuso con 8521), poi seguono Pogorelov 4294, Ojaniemi 4196, Gourmet 4171 e Pahapill 4161.

HEPTATHLON – primo giorno
Eunice Barber si porta subito in testa alla classifica grazie a un 12.96 nei 100m ostacoli davanti a Virginia Miller (USA) 13.12 e Kelly Sotherton (GBR) 13.32.
Disturbate dal vento le atlete non sono riuscite a esprimersi al meglio nel salto in alto ma la Barber ha vinto ancora con 1.87m.
Il buon margine di vantaggio prima della gara del peso (il suo punto debole) le dà sicurezza e la francese migliora il suo stagionale lanciando a 13.65 che le vale un posto dietro a Vera Yepimashko (BLR) 15.66m, Nataliya Dobrynska (UKR) 14.95m,e Kelly Sotherton che va al proprio personale 13.91.
Nei 200m vince Kelly Sotherton (23.64) e seconda Virgina Miller (23.72). Barber, seconda in 24.08, rafforza il suo primo posto in classifica con 3941 punti. Kelly Sotherton è seconda con 3797. Poi separate di un solo punto ci sono Dobrynska e Miller (rispettivamente 3698 e 3697 punti).

DECATHLON – secondo giorno
Roman Sebrle ha finito il primo giorno di gare con un margine di 37 punti sul russo Aleksandr Pogorelov. Anche se il secondo giorno di Sebrle e solitamente migliore di quello di Pogorelov il russo ha cominciato bene con 14.25 nei 110 ostacoli contro 14.47 di Sberle.
La gara del disco non aiuta a separare i due contendenti: Pogorelov lancia 45.83m solo 66cm meglio di Sebrle.
Il salto con l’asta è cominciato con un disastro per Smith (fino a quel punto terzo in classifica) che ha fallito 4.00m. Sebrle ha saltato 4.80m, ma Pogorelov passa in testa con 5.10m.
Le ultime due gare: giavellotto e 1500 vedono Sebrle favorito e infatti nel giavellotto lancia a 66.05m che significa 8m meglio di Pogorelov e infine nei 1500m chiude in 4:47.76, 10 secondi meglio del rivale: la vittoria è sua 8326 punti e migliora il punteggio con cui aveva vinto lo scorso anno 8217.

HEPTATHLON – secondo giorno
Comincia in salita il secondo giorno per la Barber: durante il riscaldamento, infatti, si è infortunata alla gamba destra, uno stiramento. Barber: “Ho gareggiato con una gamba e mezza oggi, se questo fosse accaduto prima nella stagione mi sarei ritirata al primo segnale di dolore, ma qui non avevo niente da perdere.”
Grazie a un buon primo salto nel lungo 6.72m (vento +3.2), ha potuto passare gli altri due tentativi. L’ucraina Lyudmila Blonska ha raggiunto il secondo posto assoluto grazie a un salto a 6.49m, la Sotherton ha saltato solo 6.39m.
Dobrynska, che non è molto forte nel salto in lungo recupera i punti persi con il lancio del giavellotto a 45.70m. La Barber lancia a 47.66m mentre la Sotherton perde ancora terreno con un lancio a 34.79m e si trova in quinta posizione con 5337 punti, prima degli 800m in cui solitamente è la migliore.
Blonska e Miller sono al terzo posto a 5364. Il secondo posto è della Dobrynska a 5377. Tutto si deciderà con l’ultima gara anche se la Barber può stare tranquilla dall’alto dei suoi 5835.
Risultato finale: vince Eunice Barber con 6675 punti e seconda Kelly Sotherton 6278 con gli stessi punti di Lyudmila Blonska ma con più vittorie nei confronti diretti.

fonte: IAAF/foto BBC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *