A BERLINO LA NOGUCHI FIRMA IL NUOVO RECORD ASIATICO DI MARATONA

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Nella 32° edizione della Maratona di Berlino di oggi 25 Settembre la giapponese campionessa olimpica Mizuki Noguchi ha concluso i 42,195 km con il tempo di 2:19:12, nuovo record asiatico nonché sesta prestazione di sempre. La gara maschile, invece, è stata vinta dal keniano Philip Manyim, che ha concluso in 2:07:41 davanti a ben quattro altri sui connazionali, seguito come tutti i concorrenti da oltre un milione di spettatori lungo il percorso.

Per quanto riguarda le donne la ventisettenne fondista giapponese ha corso fin dall’inizio accompagnata da alcune lepri, che hanno mantenuto alto il ritmo della gara, tanto da far presumere un arrivo sotto il muro delle 2h19’. Solo negli ultimi chilometri, invece, la Noguchi ha accusato un po’ la fatica del tracciato, finendo la sua corsa in 2:19:12. Al secondo posto si è piazzata la tedesca Luminita Zaituc che, in seguito ad una partenza un po’ troppo spedita, è stata costretta negli ultimi chilometri a fermarsi per crampi: il suo tempo finale, tuttavia, è stato di 2:27:34. L’ultimo gradino del podio, infine, è stato conquistato dall’etiope Asale Tafa con il tempo di 2:28:27.

Nella gara maschile è stata molto più combattuta di quella femminile, con un folto gruppo di atleti guidato dalle lepri per un passaggio a metà gara in 63:38. In seguito il ritmo è andato progressivamente aumentando, quindi i battistrada sono diminuiti notevolmente di numero. Al 29° chilometro il keniano Philip Manyim ha rotto gli indugi, firmando un parziale da 2:43 che gli ha permesso di guadagnare metri dagli inseguitori. Il suo vantaggio è andato aumentando fino al traguardo, tagliato dal keniano in 2:07:41, seguito dal connazionale Peter Chebet con il tempo di 2:08:58.

L’edizione di quest’anno della Maratona di Berlino ha visto raggiungere il record di partecipanti, con 39,882 atleti da 103 nazioni diverse.

RISULTATI:

UOMINI:
1. Philip Manyim (Kenia) 2:07:41,
2. Peter Chebet (Kenia) 2:08:58,
3. Jackson Koech (Kenia) 2:09:07,
4. Joshua Chelanga (Kenia) 2:09:10,
5. Joseph Ngolepus (Kenia) 2:10:10,
6. Shimeles Mola (Etiopia) 2:10:11,
7. Michael Rotich (Kenia) 2:10:53,

DONNE:
1. Mizuki Noguchi (Giappone) 2:19:12 (record asiatico),
2. Luminita Zaituc (Germania) 2:27:34,
3. Asale Tafa (Etiopia) 2:28:27,
4. Melanie Kraus (Germania) 2:34:23,
5. Worknesh Tola (Etiopia) 2:35:31,
6. Shona Crombie-Hicks (Gran Bretagna) 2:38:42.
7. Anne-Mette Aagaard (Danimarca) 2:38:44

fonte: IAAF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *