ITALIANI ALLIEVI DI RIETI

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

A Rieti più di 1100 allievi hanno partecipato ai Campionati Italiani di categoria.
La manifestazione è stata d’alto livello tecnico nonostante i maggiori protagonisti fossero un po’ affaticati da una parte centrale di stagione che li ha visti impegnati soprattutto nella partecipazione ai mondiali di Marrakech.
Numerosi atleti hanno migliorato i loro personali superando a volte limiti molto difficili: Stefano Tedesco e Desirée Barbini , entrambi veneti, hanno abbattuto il muro dei 14 secondi: 13 e 93 per Desirée nei 100 ostacoli e 13 e 83 per l’ottimo Tedesco sui 110 ostacoli.
Ancora gara ad ostacoli ed ancora gran personale ma questa volta arriva dai 400 ostacoli dove la sedicenne marchigiana Erica Marziani con 59 e 84 è riuscita a superare l’invalicabile barriera del minuto, prestazione che solo Virna De Angeli era riuscita a superare da allieva, infatti quest’anno, la pista “Guidobaldi” di Rieti, è stata magica per gli ostacolisti, basti ricordare il record italiano della Ceccarelli nello scorso meeting.
Altri grandi protagonisti sono stati i velocisti Matteo Galvan e Jessica Paoletta che hanno ottenuto 2 medaglie d’oro entrambi nei 100 e 200: Paoletta, che correva in casa, ha ottenuto la vittoria dei 100 metri in un ottimo 11 e 93 ed i 200 con il tempo di 24 e 88 mentre l’atleta vicentino ha ottenuto il personale nei 100 metri con un meraviglioso 10 e 72, imponendosi anche sui 200 metri (dove era il super favorito dopo il bronzo conquistato ai recenti mondiali di Marrakech) con il tempo di 21secondi e 41.
Il mezzofondo ha avuto buoni risultati con il nuovo personale di Lorenzo Calcagni che ha vinto i 2000 siepi con il tempo di 6 minuti 6 secondi e 48 battendo sul finale lo stanchissimo Michele Mormino.
Alessandra Allegretta si è imposta nei 3000 metri allieve mentre nella gara al maschile ha vinto Raphael Tahary autore di una gara in solitario.
I favoriti delle altre gare di mezzofondo sono riusciti nella loro impresa: doppietta pugliese negli 800 metri dove tra le allieve si è imposta nettamente Anna Maria Porcelluzzi e tra i maschi Giovanni Bellino mentre nei 1500 metri allieve ha vinto Giovanna Epis mentre tra gli allievi Mario Scapini ha bruciato gli avversari negli ultimi 100 metri di gara.
Le gare di marcia hanno visto imporsi i due bergamaschi favoriti dalla partenza: Sabrina Trevisan e Matteo Guipponi autori di gare in solitaria che hanno esaltato ancor più con questo titolo la loro straordinaria stagione.
Giulia Cargnelli e il triplista chivassese, Fabio Buscella, hanno acceso le gare dei salti.
L’atleta udinese ha fallito il tentativo di valicare l’asticella del salto con l’asta posta a 3 metri e 96 che sarebbe stato primato italiano dopo aver vinto il titolo con un salto a 3 metri e 80. Fabio Buscella, si è imposto nel salto triplo con un balzo meraviglioso a 15 metri e 58.
Le due gare più avvincenti sono state il triplo allieve ed il salto in lungo maschile dove i diversi partecipanti si sono dati battaglia all’ultimo salto; Giuseppe di Gregorio ha conquistato il titolo con un salto a 7metri e 13 superando l’ottimo Buscella a 7metri e 8 centimetri ed al terzo gradino del podio è giunto Emanuele Catania con 7 metri e 7.
D’elicio Eleonora con 12 metri e 15 ha vinto la gara del triplo superando all’ultimo salto la favorita Federica De Santis che ha terminato con 12metri e 13 ed al terzo posto è salita sul podio Serena Capponcelli con 12 metri e 8 centimetri dopo aver vinto la gara del salto in alto che l’ha vista imporsi con la misura di 1 metro e 74.
Tra i risultati dei lanci spunta il nome di Leonardo Gottardo che si è imposto agevolmente lanciando il giavellotto a 68 metri e 1 centimetro con un vantaggio di 10 metri sui suoi diretti avversari, alle sue spalle, Severino Dradi con il nuovo personale a 57metri e 97.
Due veri outsider sono state le prestazioni di Stefania Strumillo, che si è imposta nel getto del peso lanciandolo a 13 metri e 4 centimetri e Chesani Silvano che ha vinto l’alto con 2 metri e 6, i due hanno battuto rispettivamente i favoriti Cecolin e Ojaku.
Giuseppe Aita e Bonfanti Elena ha vinto i 400 metri come da pronostico; Prina Paola ha vinto i 2000 siepi, la forte Apostolico Tamara si è imposta nel disco.
Gli altri campioni d’Italia: Purgato Maddalena (giavellotto), Cavazzani Francesco (400hs), Zecchi Marco (peso), Favagrossa Leonardo (disco), Calzeroni Luca (martello), Facco Elena (lungo), Sokoli Jeta(martello),.
Le staffette sono state vinte dall’atletica Sport Fermo sia nella 4×100 che nella 4×400 allieve mentre tra i maschi l’Atl. Bergamo ha vinto la 4×100 e la Cariri, la 4×400.

fonte: Anet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *