CRITERIUM CADETTI. DA BISCEGLIE QUALCOSA DI BUONO

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Giove pluvio, nemico numero uno dell’atletica, non ha risparmiato neanche i concorrenti del criterium nazionale cadetti che si è disputato a Bisceglie in Puglia.
Ma gareggiando ad ottobre si sa che si va’incontro al forte rischio di dover competere con il maltempo oltre che contro gli avversari.
Ma i risultati interessanti non sono mancati. Iniziamo dall’aspetto multietnico di questi campionati con le vittorie dell’eclettica camerunese Odilia Ngo Ag nel lancio del peso con 13,63 (la ragazza ha un personale nel lungo di 5,44!), della ivoriana Sabine Sobo-Blay nella tre chilometri di marcia in 14’56”15 e del danese/cinese Lau Atoll nell’asta maschile con un ottimo 4,25
Tra gli atleti che ci sono piaciuti di più anche la genovese Manuela Piccardo con il suo 11.87 negli 80 ostacoli e la grande sfida nei 2000 con Valeria Roffino che in 6:29.53 ha battuto di 44 centesimi la campana Marica Rubino.
Da non scordare il doppio successo veneto nelle multiple con Silvia Masiero che ha superato di 12 punti quota 4.000; gli ha fatto eco Riccardo Marcato con 3.599 nel suo pentathlon.
Concludiamo con il record italiano dei 300 della marchigiana Chiara Natali che lima altri venti centesimi al suo record, portandolo ad un incredibile 39”44.
Nelle classifica finale del criterium, ennesimo successo della Lombardia che domina sia con i maschi che nella versione al femminile staccando di quasi 40 punti il Veneto.

fonte: Varie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *