UN DATA BASE NELLA LOTTA AL DOPING

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

L’agenzia mondiale d’antidoping (World Anti-Doping Agency -WADA) ha annunciato il lancio di un database chiamato ADAMS, Anti-Doping Administration & Management System, che aiuterà a coordinare le attività delle diverse agenzie attraverso la rete.
Il direttore dell’ente, David Howman, ha espresso che questo è un passo importante per sbarazzarsi di chi fa uso di sostanze dopanti nel mondo dello sport, perché ci aiuterà a divenire più efficienti nello scovare gli imbroglioni livellando il campo sportivo per gli atleti che giocano pulito in tutto il mondo. Si crea così una struttura che raccoglie tutte le parti coinvolte nel gioco dell’antidoping che è in grado ora di coordinare tutte le informazioni attraverso un sistema sicuro, che conoscendo la localizzazione degli atleti, ordina test antidoping ai vari laboratori dislocati sul territorio che a loro volta ne riferiscono il risultato, che è giudicato dall’agenzia.
Uno dei primi vantaggi che ADAMS ha apportato è sicuramente quello di una maggiore efficienza con una riduzione dell’uso delle già limitate risorse economiche, la battaglia del doping è, infatti, una lotta tra Davide e Golia, con ingenti risorse economiche messe sul piatto della bilancia a favore del doping, tanto che si è affermato che non basterebbero I milioni di una finanziaria di un paese come l’Italia per cercare di combattere il fenomeno. Al momento i primi segnali del nuovo, semplice, strumento per combattere questa piaga, sembrano essere abbastanza positivi, il sistema è on line dalla metà del 2005 ed è nella sua fase pilota con 30 organizzazioni antidoping e 10 laboratori inseriti nel sistema, ma le previsioni del WADA sono di far crescere enormemente questi numeri giungendo gia dal 2006 a 80 agenzie antidoping inserite nel sistema.

fonte: Wada

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *