LA VELOCITÀ INDOOR SI PREPARA PER IL WEEKEND

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

La stagione indoor è iniziata e giungono dai campi i primi risultati. I velocisti sono ancora carichi di lavoro ed i loro muscoli non hanno ancora raggiunto la piena efficienza. Checcucci – atleta dei Carabinieri – nella riunione fiorentina dell' 11 gennaio scorso ha fermato il cronometro a 6″97. Un riscontro che ovviamente non fotografa il suo reale valore (6”78 nel 2005). Cambiamo il campo ed anche la specialità. Ad Ancona nei 400 mt., nella riunione del 7 gennaio, solo Simone Marè è stato in grado di correre in un tempo vicino ai 50″ netti concludendo il doppio giro di pista in 50″67. L'atleta dello Sport Atl. Fermo vanta un passato giovanile prestigioso nella velocità avendo inanellato numerosi titoli italiani: dagli 80 mt. nella categoria cadetti ai 100 mt da allievo. In campo femminile da segnalare inoltre il buon 7″75 della Junior Francesca Ramini ottenuto sempre sul meraviglioso impianto Anconetano.

L’ apertura delle “ostilità” è prevista per sabato e domenica prossimi.
Attesissimo l'esordio del catanese Francesco Scuderi. Il sanguigno atleta delle Fiamme Azzurre rientra alle competizioni dopo aver superato gravi problemi di salute che hanno condizionato la sua vita – e non solo quella sportiva – con la sicurezza di aver svolto un buon lavoro, ma soprattutto animato da forti motivazioni. Il suo tecnico – Prof. Filippo Di Mulo – non ha timori scaramantici, dimostrandosi ottimista e prevedendo per la prima uscita un tempo oscillante tra i 6″70 ed i 6″80. Scuderi a Modena dovrà vedersela con il nigeriano Emanuel Chilaka classe '83 accreditato di un eccellente 6″60, ma che nella riunione di Firenze dell'11 gennaio non ha fatto meglio di 6″89. Non dimentichiamo che il catanese non a torto è considerato un killer delle competizioni al coperto. I suoi personali di 6″60 sui 60 mt., di 10”19 sui 100 mt e le numerose vittorie ottenute in campo internazionale la dicono lunga circa il suo potenziale prestativo. Da lui ci sia aspetta molto.

L’ altro esordio eccellente di cui si abbia notizia è quello di Giovanni Tomasicchio classe '83. Sabato proverà a rodare i suoi muscoli sulla pista di Ancona. L'atleta dello Sport Club Catania è ancora pieno di lavoro. Nelle ultime settimane di allenamento non è riuscito a correre veloce come avrebbe voluto causa freddo e maltempo. In definitiva quella di sabato sarà per lui una verifica oltre che l' opportunità di far girare le gambe per la prima volta.
Tomasicchio viene da un 2005 un po’ anomalo. Dopo l'eccellente 6″71 sui 60 mt. non ha potuto confermare il suo valore all'aperto causa lieve infortunio. Il 10″53 sui 100 mt. gli stà stretto e queste indoor potrebbero dargli un occasione di rivalsa che non andrebbe persa.

L'improvviso annullamento della riunione di Genova del 14 e 15 gennaio riapre la questione impianti e costringe ai box Domenico Rao, il quattrocentista dei carabinieri. Dato in buona forma, Rao vuole meritarsi la convocazione per Glasgow. I pochi eventi a disposizione rendono l'obiettivo più difficile ma non certo impossibile da raggiungere. Il problema delle piste fruibili per il doppio giro di pista si pone anche per gli altri quattrocentisti papabili in lista per un posto in frazione nella 4×400. (Vallet, Galletti, Licciardello, Salvucci, Braciola, Bracciali). L'appuntamento di Glasgow in effetti concede poche possibilità. Previsto per il 28 febbraio mette a disposizione degli atleti praticamente la sola data del 22. La competizione sarà serrata.

Luca Verdecchia, recatosi in raduno alle Canarie, dovrebbe entrare in gara il 22 gennaio. Ricordiamo che Verdecchia si presenta al via della stagione indoor 2006 con un personale nei 60 mt di 6”59 ottenuto proprio l’anno scorso nel pistino al coperto di Rieti. Il naturale percorso agonistico dovrebbe prevedere l'incontro internazionale di Glasgow del 28 gennaio, i campionati italiani assoluti di Ancona del 18 febbraio, la Coppa Europa ed i campionati del mondo di Mosca rispettivamente previsti per il 5 ed il 10 marzo. Quest'anno l'atleta di Bonomi si è allenato senza l'aiuto del compagno Simone Collio (fermo per intervento al tallone). Sicuramente un'esperienza nuova per Luca che lo ha privato di un'importante stimolo, ma che d'altronde può avergli dato la possibilità di focalizzare l'attenzione su se stesso.

L' appuntamento per il primo incontro in “Tana delle tigri” è previsto per il 22 gennaio quando dopo i primi fuochi di sabato e domenica prossimi dovrebbero scendere in pista la maggior parte dei più rappresentativi atleti italiani. (Dacastello, Fantoni Kaba, Riparelli, Teglielli, Dentali, Anceschi, Monti, Rocco, Tendi, Cerutti, Rabino, Torrieri).

fonte: Giuseppe Palmiotto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *