MEETING NAZIONALE INDOOR DI MODENA

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

A Modena, nel meeting nazionale indoor organizzato dalla Fratellanza 1874, Andrea Giaconi, stabilisce la migliore prestazione italiana stagionale sui 60 ostacoli correndo in batteria con il tempo di 7.72. Dopo la mancata partecipazione nella nazionale di Glasgow, a causa della tormenta di neve che ha bloccato i trasporti nel Nord Italia, l’atleta reggiano delle Fiamme Gialle ha dato sfoggio di se sulla pista modenese, creando un'attesa che è svanita nella finale, infatti, per un errore tecnico alla partenza, l'atleta è arrivato troppo basso al primo ostacolo abbattendolo. L’errore gli ha pregiudicando il resto della gara, Andrea Giaconi sì è così dovuto accontentare di vincere la finale, con il tempo di 7.81, risultato che di sicuro non gli rende giustizia. Alle sue spalle sì è classificato l’atleta delle Fiamme Oro Padova, Luca Giovanelli con 7.95.
Elena Sordelli della Camelot Milano, altra atleta costretta a terra dalla bufera di neve che ha dimezzato la nazionale italiana in partenza per Glasgow, ha vinto i 60 piani con il tempo di 7.42 ( 7.44 corso in batteria) al secondo posto sì è classificata Manuela Grillo del gruppo sportivo della Forestale con 7.54, terza Doris Tomasini della Quercia Rovereto 7.59. Elena Sordelli nonostante il buon tempo non si ritiene soddisfatta perché nella fase del lanciato della gara non sì è espressa al meglio di se. In campo maschile la vittoria è andata al velocista nigeriano della Firenze Marathon Chilaka Emmanuel Felix, che con il tempo di 6.79 (6.84 corsi in batteria) si è imposto nella finale dei 60 piani. Nella finale c’è stata la squalifica eccellente di Stefano Anceschi, l’atleta reggiano delle Fiamme Gialle ambiva nella gara di Modena a realizzare il minimo per i mondiali di Mosca, sì è però dovuto accontentare del 6.86 corso in batteria, dietro a Chilaka si classificato al secondo posto Jaques Riparelli del Cus Padova 6.87, terzo Andrea Luciani Easy Speed 2000 con 6.88.

fonte: La Fratellanza 1874

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *