INDOOR U.S.A. TERZA TAPPA: ATTACCO AL RECORD DEI 300 – PREVIEW

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Wallace Spearmon ricomincia da dove aveva iniziato lo scorso anno, ossia dalle indoor che lo hanno consacrato tra i migliori duecentisti del mondo. E’ suo infatti uno dei migliori exploit indoor dell’atletica americana della scorsa stagione, dopo aver corso in 20”10 ai Campionati americani, secondo miglior tempo di sempre dietro solo al record mondiale di Frankie Fredericks.

Un anno fa Spearmon apparteneva alla folta schiera dei giovani velocisti americani instradati verso il successo, ma ancora immaturi per le grandi competizioni internazionali. Quest’anno torna alle gare da uomo da battere, argento mondiale nei 200 ed una progressione sulla distanza da far invidia.
Sarà l’uomo di casa al Tyson Invitational di La Fayetteville, una delle tradizionali manifestazioni indoor degli Stati Uniti, e come tale cercherà di dare il massimo per ben figurare davanti alla sua gente. L’obiettivo sarebbe andar più forte di 32”19, ossia il record del mondo di Robson Caetano Da Silva datato addirittura 1989, ma le difficoltà saranno rappresentate soprattutto dai suoi avversari, con talento da vendere ed a caccia di record al pari di Spearmon.

Kerron Clement e LaShawn Merritt sono le altre due incredibili giovani realtà statunitensi emerse dalle competizioni in sala dello scorso anno, capaci di correre i 400 sul pistino al coperto in tempi stratosferici.
Clement proprio da queste parti, nel marzo di un anno fa ha annientato il mondiale di Michael Jhonson nei 400, con un incredibile 44”57, crono bramato dalla maggioranza dei colleghi all’aperto.
Fayetteville fortunata anche per Merritt, autore un anno fa di una prestazione di 44”93 nei 400 di livello mondiale. Sarà una bella sfida tra i tre giovani virgulti della velocità americana, in una distanza poco corsa ma di gran fascino, a caccia del record e del premio di 25000 $ riservato all’impresa.

Nelle altre gare seconda uscita nei 60 per Shawn Crawford, dopo la prima vittoria ai Millrose Games. Il campione olimpico dei 200 stavolta dovrà vedersela con Tyson Gay, Marc Burns e Terrence Trammell, detentore quest’ultimo del record dell’impianto con un 6”46 datato 2003.

Nei 60 al femminile si ripete il duello di una settimana fa fra Melisa Barber e Veronica Campbell. Nella prima puntata la spuntò la giamaicana per pochi millesimi, stavolta potrebbe andare diversamente con la terza incomoda Lauryn Williams alla ricerca della prima vittoria stagionale.

Alistair Cragg sarà l’uomo da battere nei 3000; l’irlandese troverà in prima linea l’etiope Markos Geneti ed il keniano Boaz Chebowyo.

Nell’alto Chaunte Howard proverà a mettere in fila la quarta vittoria consecutiva di stagione, mentre nell’asta al maschile, saranno Brad Walker Jeff Hartwig e Tye Harvey a darsi battaglia.

fonte: IAAF; Foto: Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *