GLI AZZURRI NELLE PRIME DUE GIORNATE DI LINZ

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Non hanno deluso le attese i nostri prodi guerrieri dell’atletica master e come nei pronostici del programma-gare delle prime due giornate dei Mondiali di Linz si sono aggiudicati 5 belle vittorie: cominciando conLuciano ACQUARONE nei 3.000mt. M75; Waltraud EGGER stessa distanza delle W55; i velocisti sui 200mt. con Enrico SARACENI (nella foto) per gli M40 e Bruno SOBRERO tra gli M85; inoltre Terminator Hubert INDRA nel pentathlon degli M45. Per contorno sono venute altre 4 medaglie d’argento e 5 di bronzo. Un avvio senza dubbio eccitante.

ACQUARONE ha vinto a mani basse sui 3.000mt. con 12’19”35, che gli vale la nuova m.p.i. Il savonese non ha trovato tra gli M75 avversari all’altezza. Ora si attende la sua risposta al canadese WHITLOCK (di un anno più giovane) che lo ha ufficialmente sfidato nella maratona di Toronto il prossimo fine settembre. Su questa distanza bella soddisfazione per Guido POTOCCO che ha centrato il podio tra gli M45, terzo in 9’13”53. Metre Bruno BAGGIA conferma le medaglie internazionali degli anni passati con il secondo posto tra gli M70 in 11’55”82.

In parallelo con Acquarone, la sudtirolese Waltraud EGGER non ha trovato resistenza nei 3.000mt. delle W55 (assente la primatista mondiale Lucia SORANZO) rifilando 24 secondi alla seconda. Non è invece riuscita a ripetersi la plurimedagliata Lorella PAGLIACCI, solo 5° tra le W35.

Grande Italia poi sulla distanza dei 200mt. Enrico SARACENI è stato regale tra gli M40, con un tampone di 22”09. Ricordiamo che la m.p.m. della categoria è sua con 21”94. Buon 4° nella stessa gara Alfonso DE FEO con 23”88. Nella categoria più giovane degli M35 s’era esaltato il palermitano Antonello PALLA sul podio con il bronzo al collo in 22”84 (22”74 in semifinale). Ancora nelle categorie più giovani non va scordato Massimo CLEMENTONI 6° nella finale degli M45 con 24”67 (24”47 in smf).

Niente da fare per Vincenzo FELICETTI tra gli M55, secondo però battuto dal fenomeno americano Bill COLLINS: 25”12 contro il nuovo primato mondiale di 23”36!! Qui è stato encomiabile Vincenzo CASO 4° con 25”89 (25”75 in smf). Poi l’agonismo puro: la finale degli M85, con il duello infinito degli highlanders azzurri; questa volta primo Bruno SOBRERO in 36”65 contro 36”73 di Ugo SANSONETTI. Il duello ora si sposta ai 60mt.

Molte assenze tra le velociste azzurre, così a tenere alta la bandiera sui 200mt. femminili sono state la solita Emma MAZZENGA, 3° tra le ultra70enni, e la friulana Pasqualina CECOTTI, quasi 65enne ma costretta correre tra le W60, dove termina 4° in 32”99 che le vale la nuova m.p.i. “pre” delle F65.

Venendo alle gare di lungo fin qui disputate ancora una medaglia da Bruno SOBRERO, 2° nella sua categoria con 3,31, molto vicino al primatista mondiale LETIMAEKI. Bella prestazione anche del dottor Lamberto BORANGA che a quasi 64 anni ha saltato 5,13 classificandosi 5°. Da segnalare inoltre Heinrich AMORT, 6° con 4,23 tra gli M70. Ottima figura delle azzurre nel salto in lungo W35: Luisa GIUDICI è stata 3° con 5,23 e subito dopo Susanna TELLINI (nata nel 1966) con 5,18; che in Italia le vale la m.p.i. “pre” eguagliata delle F40.

E’ stato di parola Hubert INDRA e, dopo aver provato la sua forma nella gara di pentathlon ai Campionati Italiani dieci giorni fa, s’è presentato deciso a vincere con 4.010 punti (60hs 8”97, lungo 5.74, peso 11.18 peso. Alto 1,75, 1,000mt. 3’02”4). Il suo tempo nei 60 ostacoli è perdippiù la nuova m.p.i.. che lui stesso deteneva con 9”01. Per INDRA questo titolo di Linz è solo una tappa di passaggio con obiettivo finale il decathlon all’aperto dei Mondiali 2007.

Ed ancora: Ottavio MISSONI questa volta non ha mancato l’appuntamento con una medaglia in una manifestazione di campionato internazionale, 3° nel salto in alto M85. Rossella ZANNI è stata 7° delle W40 con il record italiano di categoria a 3.203 punti e i parziali di: 60hs 9”9m – lungo 4,41 – peso 8,46 – alto 1,49 – 800 2’46”18.

Nella foto Enrico Saraceni – foto F.Pizzi

fonte: AtleticaNET

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *