18° GIOCHI DEL COMMONWEALTH: LA SOTHERTON EMULA MACEY

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Quarta giornata dei 18esimi Giochi del Commonwealth. In evidenza Kelly Sotherton che, analogamente al connazionale inglese Dean Macey, ha vinto la gara di prove multiple, l'Eptathlon, aggiudicandosi il suo primo successo importante. Una grande impresa è stata compiuta anche dall'australiano John Steffensen, che ha vinto i 400m davanti al pubblico acclamante di Melbourne.

Kelly Sotherton ha vinto l'Eptathlon oggi con 6396 punti. Dietro di lei l'australiana Kylie Wheeler, staccata di solo 98 punti. L'inglese Jessica Ennis, Campionessa Europea junior, ha vinto il bronzo e segnato un personale di 6269.
La Sotherton, come suo solito, ha dovuto pagare un lancio del giavellotto veramente scarso. Nonostante, in genere, questa specialità non sia il suo forte, oggi ha lanciato l'asta a 32.04m, una distanza che è ben 8 metri più corta del suo miglior lancio.
Nonostante la Southerton fosse invece favorita negli 800m, ha ottenuto solo il quarto posto con 2:11.08. La Wheeler ha strappato l'argento alla Ennis segnando anche un ottimo personale di 2:10.62.
Nonostante questi inciampi però, l'inglese è riuscita a prevalere sulle rivali.

John Steffensen ha avuto il suo momento di gloria nei 400m. Ha vinto la gara in 44.73, suo miglior tempo di sempre, ed è anche stato il solo a scendere sotto i 45 secondi. Davanti alla folla che lo incitava Steffensen ha dichiarato di voler essere altrettanto bravo della connazionale Cathy Freeman… Non sappiamo se il paragone regga, ma oggi ha fatto davvero una bella gara.

La giornata di oggi ha anche visto i primi 3000m siepi femminili di sempre ai Giochi del Commonwealth. E' stata una battaglia tra Africa ed Australia, con la favorita Dorcus Inzikuru ostacolata da Mellissa Rollison. A due giri dal termine le due si sono staccate dal gruppo. Inizialmente sembrava che l'australiana riuscisse a tenere a bada l'avversaria, ma, a 3 ostacoli dal traguardo, è stata la Inzikuru a sferrare l'attacco e ad aggiudicarsi l'oro (9:19.51).

Qualche polemica nel salto in alto maschile, vinto da Mark Boswell. Il nuovo Campione ha saltato tutte le misure al primo salto, fino a 2.26m; a 2.29m si è fermato. L'inglese Martyn Bernard ha saltato 2.26m al terzo tentativo, senza andare oltre, aggiudicandosi così l'argento. Tuttavia ha avanzato delle proteste, dicendo che il suo segno di partenza era stato mosso e lamentandosi che aveva perso concentrazione nell'aspettare una cerimonia di premiazione prima di un salto.

In continuità con quanto era successo a Mosca ai Campionati Mondiali, Ignisius Gaisah (Ghana) ha vinto il salto in lungo con 8.20m, davanti a Gable Garenmotse (Botswana), che ha registrato la sua miglior distanza di sempre, 8.17m. Bronzo Fabrice Lapierre, con 8.10m.

La neozelandese Valerie Adams-Vili ha ottenuto l'unico record dei Giochi in questa serata, nel lancio del peso. Ha lanciato la sfera a 19.66m, circa un metro e mezzo più lontano di tutte le altre partecipanti alla gara. La Campionessa uscente Vivian Chukwuemeka ha vinto l'argento con 18.25, mentre l'atleta del Trinidad e Tobago Cleopatra Borel-Brown si è aggiudicata il bronzo.

fonte: IAAF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *