AI MONDIALI DI CROSS BEKELE GUIDA IL TRIONFO ETIOPE

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Si sono svolti questo fine settimana a Fukuoka,in Giappone, i Campionati Mondiali di Cross, in cui sono scesi in campo tutti i migliori della scena internazionale. Nel cross lungo maschile i pronostici sono stati rispettati dal favorito della vigilia, l’etiope Kenenisa Bekele, che ha dominato anche nel cross corto, mentre tra le donne a vincere è stata la connazionale Tirunesh Dibaba. Per quanto riguarda il cross corto femminile, invece, la vittoria è andata all’etiope Bati Gelete Burika.

Il fine settimana si è aperto nella giornata di sabato con la gara di cross corto uomini. Gli atleti, che gareggiavano sulla distanza dei 4km, hanno dato vita ad una partenza velocissima, in cui tutti cercavano di ottenere un posto nelle posizioni di testa, quindi durante tutta la gara nessuno è riuscito a lanciare qualche fuga. Il gruppo, composto da una ventina di unità, si è portato compatto fino all’ultimo chilometro, quando Bekele ha dato un piccolo strappo all’andatura, lasciando, però, arretrati solo pochi avversari, tra cui il connazionale Sihine Sileshi e il siepista del Qatar Saif Saaeed Shaheen. Nello sprint finale Bekele si è imposto facilmente sul keniano Songok Isaac Kiprono, mentre il terzo posto è andato al marochhino Kaouch Adil.
Per quanto riguarda la classifica a squadre il primo posto è stato assegnato al Kenia, mentre il team etiope si è dovuto accontentare di una seconda piazza, davanti a quello marocchino.

Nella gara femminile di cross corto, nei 4 km del percorso, le emozioni non sono mancate, a cominciare dalla partenza, dove l’olandese di origine keniana Lornah Kiplagat ha dato l’impressione di essere in gran forma, tenendo il comando della gara fino all’ultimo chilometro. Quando ormai la vittoria sembrava ad un passo, però, l’etiope Tirunesh Dibaba è riuscita a raggiungere e superare l’avversaria, per andare a vincere di 5 secondi sull’olandese. Anche se più attardata, al terzo posto si è piazzata l’etiope Meselech Melkamu ,che ha dato un importante contributo alla sua squadra per la vittoria del titolo, davanti al Kenia e al Giappone.
In questa gara buoni risultati per l’Italia, con il 49° posto di Angela Rinicella e il 60° di Adelina de Soccio.

La giornata di Domenica ha visto scendere in campo tutti i più grandi campioni del momento, a lottare per lo stesso obiettivo: la conquista dell’oro iridato nel cross lungo uomini.
Tra gli atleti, impegnati nei 12 km di gara, il favorito della vigilia era sicuramente l’etiope pluricampione mondiale e detentore dei primati mondiali su 5.000mt e 10.000mt Kenenisa Bekele, ma la concorrenza era più che agguerrita, con i suoi connazionali Sihine Sileshi, Gebre-egziabher Gebremariam e, come sempre, la squadra keniana, guidata da Mike Kipruto Kigen. La prima metà di gara ha visto un folto gruppo di atleti nel gruppo di testa e, solo nella seconda parte, una decisa azione di Bekele, ha scosso le posizioni di testa. A due giri dal termine i due etiopi Bekele e Sihine hanno cominciato a giocare di squadra e sono arrivati assieme allo sprint finale, in cui Kenenisa ha mostrato a tutti i presenti le sue ottime qualità nello sprint veloce, lasciando sul posto il connazionale e riuscendo a vincere per la quinta volta consecutiva entrambe le specialità del cross iridato.
Per la vittoria di squadra, il team Keniano ha conquistato il primo posto, mentre la medaglia d’argento è andata all’Eritrea, finita davanti agli Etiopi.
La migliore prestazione di un azzurro è stata fatta segnare dal vincitore del titolo italiano a Lanciano Gabriele De Nard, in forza alle Fiamme Gialle, che ha conquistato un buon 33° assoluto, a conferma del suo ottimo stato di forma.

Nella stessa gara al femminile, corsa sulla distanza di 8 km, subito dopo la partenza a guidare il gruppo di testa si è portata l’etiope Bati Gelete Burika, che ha messo in difficoltà tutte le migliori atlete, impartendo un ritmo davvero elevato. Burika ha continuato al comando del gruppo, finchè le inseguitrici non hanno alzato bandiera bianca, lasciando vincere l’etiope con relativa tranquillità. Al secondo posto è finita la keniana Ngetich Priscah Jepleting, mentre la medaglia di bronzo è finita Meselech Melkamu.
La classifica di squadra ha visto al primo posto l’Etiopia, davanti a Kenia e Australia.

Da segnalare, infine, nelle gare Juniores, anche un ottimo 32° posto del molisano Andrea Lalli ed un 62° posto di Valentina Costanza.

RISULTATI:

UOMINI:
Cross lungo(12km):
1 Bekele Kenenisa ETH 35:40
2 Sihine Sileshi ETH 35:43
3 Mathathi Martin Irungu KEN 35:44
4 Tadesse Zersenay ERI 35:47
5 Kigen Mike Kipruto KEN35:54
6 Macharinyang Hosea Mwok KEN 36:02

Cross corto(4km):
1 Bekele Kenenisa ETH 10:54
2 Songok Isaac Kiprono KEN 10:55
3 Kaouch Adil MAR 10:57
4 Limo Benjamin KEN 11:00
5 Ali Aboosh Mohamed ETH 11:01
6 Goucher Adam USA 11:02

DONNE:
Cross lungo(8km):
1 Dibaba Tirunesh ETH 25:21
2 Kiplagat Lornah NED 25:26
3 Melkamu Meselech ETH 25:38
4 Johnson Benita AUS 25:43
5 Yimer Wude Ayalew ETH 25:47
6 Fukushi Kayoko JPN 25:51

Cross corto(4km):
1 Bati Gelete Burika ETH 12:51
2 Ngetich Priscah Jepleting KEN 12:53
3 Melkamu Meselech ETH 12:54
4 Johnson Benita AUS 12:55
5 Kiplagat Lornah NED 12:55
6 Jepchumba Beatrice KEN 12:58

fonte: IAAF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *