CARIFTA GAMES – PREVIEW

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Ad Abymes nel territorio francese dell’isola di Guadalupa giungeranno centinaia di giovani atleti per partecipare ai CARIFTA Games dal 15 al 17 aprile. Questa manifestazione, nata nel 1972, è una competizione annuale per gli atleti dei Caraibi divisi in due categorie: under-20 e under-17. Nel passato molti atleti che hanno vinto questi giochi sono diventati grandi atleti, ad esempio, Juliet Cuthbert , Debbie Ferguson, Pauline Davis, Obadele Thompson, Troy Kemp e quest’anno chi sarà la nuova star?

La squadra giamaicana sarà guidata da Remaldo Rose che è stato medaglia di bronzo sui 100 metri ai mondiali junior. Sherene Pinnock, anche lei medaglia di bronzo (400m ostacoli) a Grosseto, cercherà di difendere il suo titolo CARIFTA. Dopo la medaglia di bronzo sui 100 ostacoli ai mondiali under-17 Natasha Ruddock cercherà di vincere nella categoria under-20.

Trinidad e Tobago che lo scorso anno ha ospitato i giochi cercherà di ripetere il record di 13 medaglie d’oro stabilito nella passata edizione. Per far questo conta sul capitano della squadra Jamaal James sugli 800m under-20. Nella categoria under-17, Gavin Nero ritorna puntando alle medaglie negli 800, 1500 e 3000. La medaglia di bronzo ai campionati mondiali under-17 Keston Bledman gareggerà sui 100 metri nella categoria superiore.

Per le isole Bahamas cercheranno di ripetersi Jamaal Wilson con l’oro nell’alto under-20 e per la categoria under-17 Gerard Brown cercherà di bissare il suo successo nel lungo e nel triplo, e Raymond Higgs cercherà di difendere il suo titolo nell’alto.

Nella categoria under-17 Jamilya Jordan delle isole Barbados è la campionessa dell’alto e spera di ripetersi quest’anno. Attese in medaglia sono anche Deandra Dottin medaglia d’argento nel giavellotto nel 2005 e Latoya Griffith sugli 800m.

fonte: IAAF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *