HARRY AIKINES-ARIEETEY, IL PRINCIPINO DELLA VELOCITÀ

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Harry Aikines-Arieetey, nome difficile da pronunciare, assai facile da ricordare se si ripensa all’edizione 2005 dei mondiali giovanili, nell’arida estate di Marrakech, quando quest’inglesotto ancora 16enne (nato il 29-8-1988) faceva piazza pulita nella velocità, lasciando ben poco ai diretti rivali, americani compresi.

100 e 200 metri vinti con netta superiorità, neanche il nostro Matteo Galvan, pur nell’eccezionalità
della sua impresa, riuscì in quell’occasione ad avvicinare il ragazzone britannico.

E sì perché di ragazzone si tratta. Un fisico statuario che nulla ha a che vedere con i pari età, ma che ricorda molto Linford Christie, idolo di Harry e atleta modello da imitare. A Marrakech Harry non passò di certo inosservato, mostrandosi come atleta già formato muscolarmente, almeno un paio di anni avanti ai coetanei, tanto da risultare a volte del tutto fuori luogo vederlo nelle qualificazioni al fianco dei mingherlini atleti asiatici.

Oggi, a distanza di un anno, il ragazzo sembra avere le idee ben chiare su quello che dovrà essere il suo futuro, intento a non vanificare quanto di buono combinato finora e cercando di sovvertire la regola che chi va forte da giovanissimo spesso rischia di perdersi in età matura.

Per raggiungere l’obiettivo dedica tutto il possibile all’allenamento, lavorando duro e nelle migliori condizioni possibili, senza lasciare nulla al caso. Per questo, quando gli è stato proposto di partecipare ad un camp di 10 giorni alla North Carolina Central University Track per seguire uno stage di allenamento sotto la guida di un coach esperto come Trevor Graham, non si è lasciato sfuggire l’occasione.

Lì Harry ha trovato come compagni di allenamento Justin Gatlin e Shawn Crawford, due che di velocità sembrano intendersi, due che Harry stima molto e dai quali ha potuto apprendere parecchio.
Mr. Graham rivela che Aikines a suo parere quest’anno potrà correre già in 10”10, perché è un ragazzo dotato di enorme talento ed ha buone capacità di apprendimento. Ma Harry ha gli obiettivi chiari e più che i risultati cronometrici, al momento, cerca le vittorie. Primo tra tutti il titolo mondiale junior a Beijing, un risultato alla sua portata, ma certamente non facile da raggiungere, per uno che è al primo anno nella categoria.

Aikines vanta infatti un personale di 10”35 nei 100 metri e 20”91 nei 200, tempi che attualmente sembrano non bastare per far proprio un titolo mondiale junior. Ma di questo l’inglese è ben consapevole, così come degli ampi margini di miglioramento che ancora gli competono.
Secondo Graham il ragazzo all’età di 25-26 anni, senza forzare la realtà più di tanto, potrebbe arrivare a correre con regolarità in 9”90, al pari degli attuali migliori del mondo. Per Aikines significherebbe ridurre quello che lui stesso definisce il “baratro” che lo divide dal 9”77 di Asafa Powell.
Dello stesso parere sembra essere il suo stesso allenatore, Matt Favier, che però parla anche di proseguire con miglioramenti costanti e regolari, seguendo un’evoluzione fisica naturale ed evitando di bruciare in fretta le tappe e la carriera, così come spesso è accaduto ad altri campioni in erba.

Di certo Harry la volontà ce la mette tutta, e lo stage negli States sembra essere stato molto utile. Quanto, lo si potrà constatare se ve ne sarà l’occasione il 26-27 aprile alle Penn Relays di Philadelphia, quando Harry Aikines-Arieetey sarà presente come riserva della 4×100 inglese, composta tra gli altri da Mark Lewis-Francis, un fenomeno da giovanissimo che ha un po’ deluso nel corso degli anni. Uno che Harry vorrebbe sfidare in gara, perché significherebbe l’entrata nel circolo delle grandi gare di velocità, al fianco dei più veloci del mondo.
Tempo al tempo Harry, tempo al tempo…

fonte: ESPN; Foto:BBC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *