LANCIO INCREDIBILE DI CANTWELL ALLE DRAKE RELAYS

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Oggi sono terminate le Drake Relays, che si sono tenute a Des Moines, in Iowa (USA). Straordinaria la vittoria di Christian Cantwell, che ha lanciato il peso a 22.10 metri, la distanza più lunga di quest'anno. Le condizioni atmosferiche non lo hanno certo favorito dato che le gare si sono svolte tra vento, pioggia e temperature sui 12 gradi.

Già al primo lancio Cantwell ha lanciato a 21.28m, un distanza che già migliorava il record dell'evento di Reese Hoffa dell'anno scorso (20.99m). Al secondo lancio la sfera è atterrata lontanissimo, ad una distanza che solo altri 11 uomini hanno raggiunto fino ad oggi.
Hoffa, l'anno scorso, aveva interrotto una serie di vittorie di Cantwell a Des Moines che dirava da tre anni. Oggi le vittorie dell'americano sono ricominciate. Nel 2005 aveva vinto anche i Campionati USATF.

Le gare in pista non hanno visto segnare tempi molto buoni a causa di un vento costante e forte che ostacolava gli atleti. Jeremy Wariner non ha migliorato il record dell'evento, che apparteneva al suo manager Micheal Johnson (20.05 nei 200m), ma, con 20.67, ha comunque vinto con un paio di metri di vantaggio su Ricardo Williams.

I 100m femminili hanno visto la vittoria di Tahesia Harrigan dell'Università dell'Alabama, che ha fatto segnare 11.57 con 3.7m/s di vento contrario. Grazie a regole di revisione dei tempi, le è stato assegnato invece un 11.19. Ma l'impresa più grande è stata arrivare davanti alla “ragazza d'oro” delle Bahamas Debbie Ferguson (11.69) e davanti alla Campionessa del Mondo sui 200m Alyson Felix (11.75).

I 100m maschili sono stati vinti da Demi Omole, dell'Università del Wisconsin, con 10.37 (-1.1m/s). Una gara veramente interessante sono stati invece i 110m ostacoli, influenzati anche loro da un fortissimo vento (-2.9m/s). David Payne ha vinto al nastro con 13.66 davanti a Aubrey Herring che è arrivato appena 3 centesimi più tardi (aggiustati a 13.46 e 13.49). Nei 100m ostacoli femminili è stata Lolo Jones a spuntarla contro un vento di -3.2m/s. Il suo tempo di 12.95 è stato aggiustato a 12.73.

Mitch Potter è tornato a farsi vedere nella gara sul giro di pista, ma non è riuscito a migliorare il suo 44.58. Ha vinto in 45.52 davanti ad Aaron Buzard (46.03), che correva per l'ex scuola di Potter, l'Univeristà del Minnesota.

fonte: IAAF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *