MAGGIO 2006 – MASTER AZZURRI ALLA RIBALTA

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Tanti sono gli spunti che rendono interessante il mondo dei master in questa prima parte di 2006. La stagione indoor, ad esempio, ha registrato l'esordio nelle gare master di Mario Longo, l'ex nazionale con un personale di 10″39 nei 100 metri. Il tempo con cui ha vinto ad Ancona, 6″97, davanti ad un eccellente Saraceni (7″13), oltre a risultare la miglior prestazione “over 40”, gli avrebbe garantito la semifinale agli Italiani assoluti.
Sempre ai tricolori al coperto (1.464 atleti dal 3 al 5 marzo), si è visto il primo novantenne che si sia cimentato in una prova di mezzofondo in pista: il piemontese Vittorio Bertoldo (1915) ha corso i 1.500 e i 3.000 m. Ben tre, invece, i suoi coetanei che si sono dati battaglia nella pedana del peso: Mario Riboni (1913), primatista mondiale del disco outdoor e vincitore della prova, Giuseppe Ottaviani (1916) e Renato Capozzi (1916).
Un clima fertile che non ha mancato di riflettersi anche sulla seconda edizione della rassegna iridata indoor di Linz, che oltre ai tradizionali eventi in sala, prevedeva i lanci invernali, il cross country, i 10 km di marcia e la maratonina, con 3.258 atleti provenienti da 59 nazioni, e dove per la prima volta nella storia delle manifestazioni internazionali master, il vincitore ha potuto ascoltare l’inno della propria nazione.
La spedizione azzurra, forte di 350 iscritti, è tornata con 85 delle 1.365 medaglie assegnate, tra le quali 28 ori, 28 argenti e 29 bronzi.
Menzione per il primo titolo iridato dello stilista Ottavio Missoni (peso M85), anche terzo nel salto in alto, e per i plurimedagliati Bruno Sobrero (M85, quattro titoli e due record mondiali), il già citato Enrico Saraceni (M40,tre titoli e primato mondiale indoor dei 400), Waltraud Egger (W55) dominatrice su 800 e 1.500 metri, con il primato mondiale di questa distanza (5’07”30) e Luciano Acquarone, anche lui con tre ori, conquistati nei 1.500, nei 3.000 metri e nel cross country.

[Clicca qui] per scaricare il pdf contenente il presente articolo nella veste grafica originale.

A pagina 171 [Clicca qui], 173 [Clicca qui] e 177 [Clicca qui] puoi trovare le classifiche dei campionati italiani indoor e la lista delle migliori prestazioni al coperto migliorate nel corso della stagione.

A pagina 179 [Clicca qui] è pubblicato il riepilogo delle medaglie conquistate dagli azzurri ai Mondiali in sala di Linz.

Nella foto Mario Riboni lo scorso anno ai campionati di società di Salerno – Fotosports.it

fonte: Correre – maggio 2006 – Panorama – Articolo di R.Marchi pag. 18

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *