22ESIMA COPPA DEL MONDO DI MARCIA DI LA CORUNA- PREVIEW

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Questo finesettimana si terrà uno degli eventi internazionali di marcia più importanti dell'anno, la Coppa del Mondo, che quest'anno è giunta alla 22esima edizione e sarà ospitata dalla città spagnola di La Coruña. Tantissimi i nomi illustri che prenderanno parte alle cinque gare: per gli uomini ci saranno la 20km e la 50km, le donne si confronteranno sui 20km, mentre gli juniores dovranno competere sui 10km. In questo articolo una breve preview delle gare…

20km maschile

In questa gara sembra che tutto lasci prevedere una vittoria in casa di Francisco Javier Fernandez. Il suo allenatore, il grande Robert Korzeniowski, ha detto di aver organizzato il programma di allenamento per poter far bene in questa occasione. Lo spagnolo ha ottenuto il terzo miglior tempo dell'anno, 1:18:33, a Yangzhou.

Proprio in quella gara Fernandez era arrivato alle spalle del fenomeno cinese Li Gaobo, che però gareggerà nella gara junior, dato che avrà 17 anni solo a luglio.

Ilya Markov non prenderà parte alla gara dei 20km, dopo aver fallito, contro tutte le aspettative, alle qualificazioni per la squadra russa dei 50km. Invece, punterà direttamente ai Campionati Europei che si terranno a settembre.

Una minaccia seria per Fernandez è l'ecuadoregno Jefferson Perez, vincitore in carica del 2004, detentore del record del mondo, alla ricerca della quarta vittoria alla Coppa del Mondo. Se non fa paura un avversario con queste credenziali…

Ci saranno anche l'australiano Nathan Deakes, reduce da un'enorme doppietta ai Giochi del Commonwealth, ed il nostro Ivano Brugnetti che, nonostante a Sesto San Giovanni sia stato squalificato dopo 10km, sembra preparato per mostrare i denti.

50km maschile

Questa distanza vedrà marciare una squadra russa veramente incredibile. La 35km dei Campionati nazionali è valsa come selezione per la squadra di cinque elementi che sarebbe andata a La Coruña: in quella occasione sono stati segnati i migliori otto tempi del 2006 su quella distanza!

L'atleta con la forma migliore sembra essere il 21enne Vladimir Kanaykin. Due anni fa, a Naumburg, aveva letteralmente una strada di vantaggio sul secondo, quando è stato squalificato dalla 10km junior. Ad Adler, durante la 35km di qualificazione, ha fatto segnare il record del mondo sui 30km, per poi finire i 35km con un altro record del mondo, 2:21:31.

Anche il connazionale Denis Nizhegorodov, argento Olimpico, ha accusato un ritardo di più di tre minuti. Da non dimenticare è anche il russo Aleksey Voyevodin, vincitore della Coppa del Mondo nelle due passate edizioni a Torino e Naumburg, e che quest'anno punta ad essere il primo ad infilare tre vittorie di seguito.

Sergey Kirdyapkin non gli darà vita facile, dopo che l'anno scorso, ai Campionati del Mondo di Helsinki, gli ha strappato l'oro di bocca.

Se c'è qualcuno che può competere con la Russia sono i cinesi. Zhao Jianguo ha tagliato il suo personale di 5:58 lo scorso 16 aprile a Wajima, segnando la miglior prestazione sui 50km quest'anno. Nonostante ciò, non sarà neanche nella squadra nazionale, a testimoniare quanto forti siano i suoi compagni.

Yu Chaohong sarà la punta di diamante della squadra cinese, grazie alla sua splendida prestazione di due anni fa, quando era stato una seria minaccia per la vittoria di Voyevodin.

20km femminili

Un nome davanti a tutti: Olimpiada Ivanova. Sono 21 anni che compete a livello internazionale e non sembra neanche accennare un pò di fatica dovuta ai suoi 35 anni. L'anno scorso, ad Helsinki, ha vinto con un tempo stratosferico di 1:25:41. Fino al 1972 con questo tempo sarebbe stato possibile vincere un oro Olimpico… maschile! Record del Mondo e titolo mondiale le sono valsi in quell'occasione 160.000$.

Nonostante ciò la Ivanova deve ancora aggiungere al suo palmares una Coppa del Mondo. Due anni fa era infortunata, nel 2002 era stata battuta a Torino dalla nostra Erica Alfridi e nel 1997 era arrivata seconda.

Tuttavia una nuova generazione di marciatrici russe saranno là per dimostrare il cambiamento dei tempi. Ai Campionati Russi di febbraio, Olga Kaniskina, Irina Petrova e Ludmilla Efimkina sono tutte scese sotto l'1:27:00, con la Kaniskina lontana solo 21 secondi dal record del mondo della Ivanova.

Un'altra degna rivale sarà la bielorussa Ryta Turava, alle prese con l'unica occasione di sorpassare la rumena Claudia Stef nel Walking Challenge di quest'anno.

10km juniores

Tre russi sono i favoriti, Sergei Morosov, Aleksei Grigoriev e Dmitri Shorin, con Morosov vincitore ai Campionati nazionali con un minuto di vantaggio su Grigoriev ed un tempo di 39:45.
Sono solo due i non russi che rientrano nei migliori 10 dell'anno, il bielorusso Dzmitri Hamzunou ed il cinese Li Gaobo. Ma è proprio il 16enne cinese il fenomeno da cui ci si attende di più, dopo aver battuto tanti dei Campioni internazionali dai nomi affermati alla terza tappa del Walking Challenge, a Yangzhou il mese scorso. Il suo tempo di 1:18:17 sui 20km è il più veloce visto finora nel 2006.

Tra le donne ci si aspetta molto dalla russa Vera Sokolova, che due anni fa, all'età di soli 16 anni, aveva vinto la Coppa del Mondo a Naumburg. Tuttavia quest'anno viene considerata solo la terza della squadra femminile junior. Davanti a lei ai Campionati russi, Yelena Ladanova (43:28) e la 15enne Aleksandra Kudryashova (43:28). Sembra che le uniche possibili alternative alle russe siano le bielorusse Volha Mazuronak (44:30) ed Anna Drabenya (46:01).

fonte: IAAF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *