PREVIEW: UNA PARATA DI STELLE AL PREFONTAINE CLASSIC

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

E’ probabilmente il meeting più importante dell’anno negli Stati Uniti, si svolge il prossimo 28 maggio a Eugene in Oregon, nel quartier generale della Nike. Da Gatlin a Powell, da Spearmon al nostro Andrew Howe, ecco a voi i campioni che scenderanno in pista.

Steve Prefontaine, un talento di quelli che lasciano il segno, una faccia di quelle che è difficile dimenticare. E’ Steve uno tra i più grandi mezzofondisti che l’America abbia mai partorito, un grande in tutti i sensi, guascone e spregiudicato, faceva della corsa il “leit motiv” della sua esistenza. Una vita vissuta a pieno, purtroppo breve, interrotta da un incidente d’auto poco prima della sua partecipazione olimpica di Montreal. Prefontaine lega la sua popolarità anche al fatto di essere il primo atleta ad aver calzato un paio di scarpette Nike, quando tale nome ancora non significava nulla , se non il brevetto del suo intuitivo allenatore. Da quegli anni il marchio inizierà una scalata al successo senza limiti, fino ai giorni nostri, dove la casa “col baffo” significa anche lo sponsor tecnico per molti campioni dello sport.
Numerosi testimonial saranno di scena a Eugene, il prossimo weekend, in onore e ricordo del grande mezzofondista americano per un meeting di altissima caratura. Di seguito alcune delle competizioni da seguire con particolare attenzione:

200 metri, Spearmon contro tutti: sarà gara vera quella che imposterà il ragazzo prodigio dello sprint americano. Wallace Spearmon si è già tolto lo sfizio di metter dietro Jeremy Wariner a Carson appena una settimana fa, facendo segnare anche il miglior crono del 2006. Al “Pre” l’americano potrebbe far ancora meglio, all’inseguimento del primo “under 20” stagionale. A far impegnare Spearmon ci sarà il giamaicano Chris Williams, il numero 4 della graduatoria stagionale sulla distanza.

100 metri, Powell-Gatlin sfida a distanza: Asafa Powell e Justin Gatlin, la sfida nelle sfide sui 100 metri, dove i due però gareggeranno in due serie separate per rispettare l’esclusiva sulla sfida diretta del meeting di Gateshead previsto per i primi di giugno. Ciò non sminuisce più di tanto le attese per vedere all’opera i due uomini più veloci di tutti i tempi, soprattutto l’americano dopo la beffa dell’arrotondamento di 1 centesimo del suo 9”766. Ma sui 100 la lista dei partecipanti è nutrita e non è detto che per l’occasione non spunti qualche outsider tra i vari sprinter in gara.

Si vola nel lungo: una fantastica gara di salto in lungo vedrà impegnati alcuni tra i migliori al mondo. Su tutti Dwight Phillips, il campione del mondo in carica, l’uomo che ha dominato la specialità negli ultimi anni. Forse sarà presente Irving Saladino, saranno invece sicuramente presenti gli americani Moffitt, Patee Johnson, ma l’atleta da seguire sarà soprattutto il nostro Andrew Howe. Dopo la splendida prestazione sui 400 di Rieti, l’azzurro torna in gara sul lungo, disciplina sulla quale aveva gareggiato l’ultima volta ai mondiali indoor di Mosca, in cui aveva conquistato il bronzo mondiale. C’è chi dice che in questa stagione Andrew possa addirittura cancellare il primato italiano di Evangelisti, noi attendiamo fiduciosi delle potenzialità di un talento incredibile.

400 metri, campo di battaglia: sarà veramente una gara aperta a tutto quella del giro di pista. Equilibrata ed altamente qualificata, con i migliori degli ultimi anni in pista, mancherà solo Jeremy Wariner a rovinare un po’ la sensazione di assistere ad una finale olimpica. Di scena ci sarà gente del calibro di Darold Williamson, LaShawn Merritt, Tyler Christopher, Tyree Washington, Alleyne Francique, Gary Kikaya, Michael Blackwood, e scusate se è poco.

Asta senza confini, da Walker a Gibilisco: la gara di salto con l’asta sarà un duro banco di prova per Giuseppe Gibilisco. L’italiano dopo l’opaca stagione invernale scende di nuovo in pedana. Ad attenderlo ci saranno tutti gli specialisti statunitensi migliori, Brad Walker, Toby Stevenson, Tim Mack, Nick Hysong. Gibilisco dovrà dimostrare di esser tornato su certe misure e di aver ritrovato la concentrazione giusta in gara.

Alto, Kajsa la regina: la gara di alto femminile avrà una grande protagonista, Kajsa Bergqvist, miss 2,07, colei che più si è avvicinata negli ultimi anni al quasi ventennale primato mondiale di Stefka Kostadinova. A complicarle le cose ci penserà Chaunte Howard, la graziosa statunitense, capace lo scorso anno di varcare con una certa frequenza la quota 2 metri.

110 e 100 ostacoli, finali olimpiche: altra gara assai vicina ad una finale olimpica sarà i 100 hs, con un parterre di protagoniste di primissimo livello. Johanna Hayes, Michelle Perry, Perdita Felicien, Brigitte Foster, Susanna Kallur, sono solo alcuni dei motivi per mettersi lì ad attendere lo sparo. Non da meno la versione al maschile con 10 metri in più. Lì partiranno Xiang Liu, Allen Johnson, Ladji Doucourè, Dominique Arnold, che brividi!

miglio, onore a Prefontaine: sarà però il miglio la gara probabilmente più emozionante, in ricordo del grande mezzofondista statunitense scomparso. Per l’occasione saranno presenti i migliori al mondo, da Ramzi a Komen, con cui proveranno a scontrarsi gli atleti di casa Bernard Lagat e Alan Webb. Sarà spettacolo vero.

Altre gare di particolare fascino e da seguire saranno anche il salto triplo maschile, il disco con Alekna e Tammert, il lungo femminile, il peso dei giganti Cantwell e Nelson, gli 800 con Maria Mutola, quanti motivi per assistere al mitico “Pre”…

Di seguito la lista completa dei partecipanti:

UOMINI

100 METRI
Justin Gatlin • Asafa Powell
Leonard Scott
Michael Frater (Jamaica)
Francis Obikwelu (Portugal)
Marc Burns (Trinidad)
Jason Smoots
Shawn Crawford
Anson Henry (Canada)
Ivory Williams
DeBryan Blanton
Joshua Norman
Ernest Wiggins
Mardy Scales
Jordan Vaden
Mark Jelks

200 METRI
Wallace Spearmon
Chris Lloyd
Rodney Martin
Wes Felix
Ainsley Waugh (Jamaica)
Darvis Patton
Coby Miller

400 METRI
Tyler Christopher (Canada)
Darold Williamson
LaShawn Merritt
John Steffenson (Australia)
Tyree Washington
Michael Blackwood (Jamaica)
Gary Kikaya (Congo)
Alleyne Francique (Grenada)

MIGLIO
Bernard Lagat
Rachid Ramzi (Bahrain)
Alex Kipchirchir (Kenya)
Alan Webb
Daniel K. Komen (Kenya)
Jason Lunn
Elkanah Angwenyi (Kenya)
Rob Myers
Chris Lukezic
Jon Rankin
Ming Gu (China)
Geoffrey Rono (Kenya)– pace
Mo Farah (Great Britain)
Justus Koech (Kenya) – pace

2-MIGLIA
Craig Mottram (Australia)
Ben Limo (Kenya)
Boaz Cheboiywo (Kenya)
Sileshi Sihine (Ethiopia)
Adam Goucher
Daniel Lincoln
Abraham Chebii (Kenya)
Abreham Feleke (Ethiopia)
Ibrahim Gashu (Ethiopia)
Eliud Kipchoge (Kenya)
Joseph Kosgei (Kenya)
Matt Tegenkamp
Linzhong Shi (China)
Tom Brooks
Jonathon Riley
Patrick Langat (Kenya)

110 HS
Allen Johnson
Liu Xiang (China)
Ladji Doucouré (France)
Dominique Arnold
Joel Brown
Ryan Wilson
David Oliver
Aubrey Herring

400 HS
James Carter
Bershawn Jackson
Kerron Clement
Naman Keita (France)
Bayano Kamani (Panama)
Dean Griffiths (Jamaica)
LaBronze Garrett

ASTA
Toby Stevenson
Derek Miles
Brad Walker
Giuseppe Gibilisco (Italy)
Tim Mack
Nick Hysong
Alhaji Jeng (Sweden)

LUNGO
Dwight Phillips
Miguel Pate
Brian Johnson
John Moffitt
Andrew Howe (Italy)
Joan Lino Martinez (Spain)

TRIPLO
Walter Davis
Jadel Gregorio (Brazil)
Kenta Bell
Aarik Wilson
Nathan Douglas (Great Britain)
Melvin Lister

PESO
Adam Nelson
Joachim Olsen (Denmark)
Reese Hoffa
Christian Cantwell
Dan Taylor
Jarred Rome

DISCO
Virgilijus Alekna (Lithuania)
Aleksandr Tammert (Estonia)
Ian Waltz
Jarred Rome
Jason Tunks (Canada)
Casey Malone
Nick Petrucci

DONNE

800 METRI
Maria Mutola (Mozambique)
Hazel Clark
Kenia Sinclair (Jamaica)
Kemeisha Martin
Diane Cummins (Canada)
Alice Schmidt
Marian Burnett (Guyana)
Julian Clay – pace
Qing Liu (China)
Francis Santin
1500 METRI
Maryam Jamal (Bahrain)
Geleta Burka (Ethiopia)
Benita Johnson (Australia)
Marla Runyan
Tatyana Tomashova (Russia)
Jen Toomey
Treniere Clement
Christin Wurth-Thomas
Sarah Jamieson (Australia)
Mestawat Tadesse (Ethiopia)
Tiffany McWilliams
Hind Dehiba (France)
Huina Xing (China)
Suzy Walsham (Australia) – pace
Sarah Schwald

100 HS
Perdita Felicien (Canada)
Joanna Hayes
Brigitte Foster-Hylton (Jamaica)
Michelle Perry
Susanna Kallur (Sweden)
Kirsten Bolm (Germany)
Damu Cherry

ALTO
Kajsa Bergqvist (Sweden)
Chaunte Howard
Amy Acuff
Marina Kuptsova (Russia)

LUNGO
Tatyana Kotova (Russia)
Tianna Madison
Tatyana Lebedeva (Russia)
Grace Upshaw
Akiba McKinney
Rose Richmond

MARTELLO
Erin Gilreath
Ivana Brkljacic (Croatia)
Bethany Hart
Jennifer Joyce (Canada)
Loree Smith
Mihaela Melinte (Romania)
Cari Soong

fonte: ESPN;IAAF;Preclassic.com – Foto: www.dyestat.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *