COPPA CAMPIONI PER CLUB, I DUE TEAM ITALIANI SUL PODIO

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Il Club Luch di Mosca vince la Coppa Campioni per Club sia a livello femminile che maschile. Bravi i team italiani con le Fiamme Gialle seconde tra gli uomini e la Fondiaria Sai al terzo posto nelle donne.

Una seconda giornata di gare davvero fruttuosa per le ragazze della Fondiaria Sai che risalgono dal quinto posto del primo giorno fino al gradino più basso del podio. I finanzieri di Ostia invece consolidano il loro bel secondo piazzamento dietro allo squadrone russo.

I risultati più belli di questa seconda giornata di gare per gli uomini sono stati quelli di Rui Silva che ha centrato una doppietta notevole vincendo i 1500 ed i 3000 con un 1000 finale cronometrato in 2'30 (col nostro Vincenti terzo in volata ad un soffio) e per Dwight Thomas che doppia anche lui vincendo dopo il 100 di ieri, anche i 200 in un discreto 20″60. In questa gara il finanziere Koura Kaba Fantoni è giunto secondo in 20″70. Bellissima la vittoria per Fabrizio Donato nel triplo che salta con un bel po' di vento (+3,5) a 17.17 vincendo nettamente davanti al russo Gushchinskiy che nonostante il vento a +6.0m/s non supera i 16.57. Di buon livello anche la gara di Francesco Pignata nel giavellotto che arriva secondo con un lancio a 78.10 come anche i 61.11 metri di disco lanciati da Cristiano Andrei. Un po' di delusione invece per Giuseppe Gibilisco che si deve accontentare di 5.20 nell'asta vinta dal russo Mikhaylichenko in 5.40; molto meglio di lui fa invece Andrea Giaconi che vince la prova dei 110hs in 13″66 anche se con un vento generoso che spirava 3 m/s a favore.

Gli ostacoli sembrano portare bene ai team italiani e anche nella corrispondente gara femminile Margaret Macchiut sigla un notevole 13″03 in una gara di 100hs particolarmente qualificata che le regala la terza piazza nonchè la seconda miglior prestazione all time negli ostacoli femminili italiani. Altro personale come per la Macchiut, anche per Vincenza Sicari che non abbatte il muro dei 16 minuti di pochissimo nei 5000 e si deve “accontentare” del nuovo personale a 16'01″34 con relativo terzo posto. Brava mietitrice di punti anche la mezzofondista Jeruto Kiptum che dopo la vittoria nel 1500, regala alla Fondiaria Sai anche un secondo posto nella difficile gara dei 3000 siepi. Ma la forza delle ragazze italiane è stato senz'altro il gruppo, una serie di gare senza particolari cadute prestative che hanno permesso al team laziale di sollevarsi dalla media ed agguantare un meritatissimo terzo posto.

fonte: EAA – Michael Butcher

ALLEGATO: ANet_news_I_risultati_definitivi_della_manifestazione_29.5.2006.zip (283 Kb)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *