ITALIANI MASTER 2006 – IL COMMENTO DI LORENZO LOCATI

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Arrivo per tempo, il pomeriggio di giovedì e mi reco subito al campo.
Seduto in tribuna, in perfetta solitudine, lascio scorrere liberamente l’adrenalina immaginandomi impegnato nelle gare dell’Eptathlon
Tutti i dubbi sulla preparazione e i dolori sparsi accusati fino alla scorsa settimana spariscono.
Ho voglia di cominciare, ho voglia di confrontarmi con gli amici delle prove multiple e, perché no, ho voglia di vincere.
A parte l’approssimazione delle pedane dei lanci, esterne al campo (mi hanno assicurato che saranno perfette per il prossimo anno) l’impianto è superbo: il manto della pista sembra veloce, l’anello sopraelevato in tenera erbetta da utilizzare per il riscaldamento è ottimo.

Venerdì mattina noto con rammarico che il numero degli iscritti all’eptathlon è inferiore di molto a quello dello scorso anno; nella mia categoria MM50 mancano ad esempio Pilone e quel pazzo scatenato di Pino Pilotto.
Per fortuna Giovanni Feliciani è presente, di certo ci daremo simpaticamente battaglia.
Dopo il pareggio di vittorie negli ultimi due pentathlon questa sarà la “bella” della nostra speciale classifica.
Ci contiamo: dei sette iscritti in categoria siamo presenti in quattro! Veniamo a sapere che la new entry Giovanni Anedda ha avuto un banale incidente automobilistico e non farà in tempo ad essere ai blocchi di partenza, di Tamburi e Prandoni invece non sappiamo nulla.

Si comincia! Io e Feliciani siamo nella stessa batteria affiancati in settima ed ottava corsia, concentratissimi.
Partenza a razzo di Caso (MM55 che chiuderà in 12”72), Feliciani mi è davanti di mezzo metro fino ai 50 metri quando riesco a scorgere la sua smorfia di dolore e la mano che si porta alla coscia. Arriva zoppicando, per lui l’eptathlon è finito!!!
Triste, con un sorriso tirato sul volto, riesce a darmi una carica pazzesca chiedendomi di gareggiare come avrei fatto con lui presente. E così faccio! 12”99 nei cento, 5,11 nel salto in lungo, 11,60 nel peso, 1’06” nei 400, 1,57 nell’alto, 35,99 nel giavellotto e 6’27 nei 1500 chiudendo con 4231 punti.
Grazie Giovanni, ci rivedremo il prossimo anno.

Promosso appieno il campo, qualche riserva sul comportamento di alcuni giudici e guarda caso la mancanza delle tabelle dei punteggi.
La novità, poi, della conferma iscrizione tramite firma (entro un'ora dalla gara) ha fatto delle vittime illustri, a cui questa nuova regola era “sfuggita”. Come Giancarlo Ballico che, per una manciata di minuti di ritardo, non ha potuto lanciare il giavellotto e la fortissima Egger Waltraud, che per lo stesso motivo non correrà.
Credo che il rispetto delle regole sia da perseguire ma con un po' più di flessibilità e buon senso.

E le tabelle? Un anno è passato dal mio “storico” (si fa per dire) secondo posto nell’eptathlon di Comacchio per non aver corso i 1500 metri credendomi al sicuro in base alle vecchie tabelle ma anche per questa edizione nessuna copia a disposizione.
Altra cosa da cambiare è, secondo il mio giudizio, l’orario della seconda giornata. Che senso ha iniziare l’alto alle 9.00, con presenza in pedana alle 8.00, e correre i 1500 metri sotto un sole spietato alle 13.30?
Posticipare di qualche ora l’inizio dell’alto avrebbe permesso un miglior recupero e condizioni più accettabili per lo svolgimento dell’ultima gara.

E che dire della cena dei forumisti di atleticanet?
Ristorante con orchestrina e pista da ballo colma di simpatici e ruspanti “master del liscio” locali.
Nani Prampolini scatenatissimo ha ricevuto proposte da numerose ballerine (MF70 e + ), forse oltre a saltare si darà al ballo!!!!

Arrivederci a Poznan da Lorenzolo

Nella foto il Podio dell'eptathlon MM50. Da sx: Alessandro Nigrisoli, Lorenzo Locati e Oto Macchione (di L.Locati)

fonte: Lorenzo Locati per Atleticanet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *