CAMPIONATI RUSSI – PRIMA PARTE

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Nella prima giornata di gare si è messo subito in evidenza il 24-enne Pavel Sofin che nel lancio del peso ha dominato la gara vincendo con la misura di 20.58m, migliorando così il suo personale all’aperto di 20.33, anche se ai Mondiali Indoor di Mosca è riuscito a raggiungere i 20.68m.

La seconda giornata di gare ha visto Gulfiya Khanafeyeva migliorare il record del Mondo nel lancio del martello dalla precedente misura di 77.06 della connazionale Tayana Lysenko al suo straordinario 77.26. Nell’emozionante duello la Lysenko ha comunque conquistato il secondo posto con un ottimo 76.36.

Un’altra gara molto entusiasmante è stata quella dei 400m ostacoli, in cui Ruslan Mashchenko, che aveva fatto segnare il secondo miglior tempo nelle qualificazioni, dopo aver dominato fino al rettilineo d’arrivo, è caduto all’ultimo ostacolo, permettendo così a Mikhail Lipskiy di vincere con il tempo di 50.53.

Nella stessa gara, tra le donne, in assenza della campionessa mondiale Yuliya Pechonkina la vittoria è andata a Yevgeniya Isakova che ha corso sorprendentemente in 55.09 con una facilità estrema, lasciando un po’ d’amaro in bocca su cosa sarebbe potuto succedere con la Pechonkina in pista.

Nella gara dei 100m non c’è stato spazio per le sorprese, infatti tra gli uomini ha vinto la medaglia d’argento ai Mondiali di Mosca Andrey Yepishin con il buon tempo di 10.27, mentre tra le donne il successo è andato alla velocista d’esperienza Yekaterina Grigoryeva in 11.33 con vento praticamente assente.

Anche nel salto triplo femminile c’è stata una grande assenza, quella di Tatyana Lebedeva, che ha permesso alle altre atlete di contendersi la vittoria fino all’ultimo salto. E proprio all’ultimo tentativo Anna Pyatykh ha conquistato la prima posizione con il suo 14.67, in una gara che ha visto ben 7 saltatrici oltrepassare i 14 metri.

Nei 3000 siepi la detentrice del record mondiale sulla distanza Gulnara Samitova ha corso nonostante la sua condizione non ottimale. Subito ne hanno approfittato le avversarie, che hanno tenuto un ritmo veramente alto. Alla fine la vittoria è andata a Lubov Ivanova con il grande tempo di 9:26.54, quarta prestazione mondiale dell’anno, che ha battuto di un secondo Yelena Fedorchenkova.

I 400m hanno dato la vittoria in campo femminile a Svetlana Pospelova, che con il suo 49.99 si è portata di diritto tra le migliori specialiste al mondo del giro di pista. Buone prestazioni anche in campo maschile con Vladislav Frolov su tutti a far bloccare il cronometro sui 45.41.

Uno degli eventi più attesi dell’intera manifestazione era sicuramente il duello nel lancio del giavellotto tra Sergey Makarov e Aleksandr Ivanov, entrambi in piena forma per questo appuntamento. Alla fine l’ha spuntata Makarov con un lancio a 84.65, solo 43cm più in la di quanto è riuscito a fare il più giovane Ivanov.

fonte: Iaaf foto: sports.163

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *