MEETING IBEROAMERICANO DE ATLETISMO “GRAN PREMIO ANDALUCÍA” A HUELVA (SPA)

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Il Meeting che si disputa il martedì 20 di giugno a Huelva, tra i più importanti dell'EAA, promette emozioni forti ed un'autentica cascata di prestazioni che rivoluzioneranno il ranking spagnolo. Oltre a tutta l'élite spagnola, la competizione vedrà al via un buon numero di atleti stranieri di primo livello mondiale.

In totale è prevista la presenza di circa di 300 atleti di 40 paesi, più altri 60 atleti di categorie minori di prenderanno parte alle differenti prove promozionali giovanili.
Per gli spagnoli questo Gran Premio dell'Andalusia arriva in uno dei momenti culminanti della stagione, perché molti si giocano la partecipare con la Spagna alla Coppa Europa che si svolgerà a Malaga il 28-29 giugno.

UOMINI

Nelle prove di velocità si sottolinea la presenza del portoghese Francis Obikwelu, attuale vice-campione olimpico ed europeo. Affronterà il britannico Darren Campbell che a Sidney fu medaglia di argento nei 200 ed anche il britannico Mark Lewis Francis, medaglia di bronzo nei 60 indoor 2001. Da tenere d'occhio Simone Collio, 10″30 quest'anno.
Nei 400m duello Godday – Silva, capaci rispettivamente di 44″99 e 45″02 quest'anno.

Le sempre attraenti prove di mezzofondo conteranno sulla presenza dei migliore spagnoli del momento. Negli 800 Eugenio Barrios, Manuel Olmedo e Juan di Dio Giurato, mentre nei 1500 sarà al via Juan Carlos Higuero, al suo primo 1500 dell'anno, Álvaro Fernández e Sergio Gagliardo. A livello internazionale sottolinea la poderosa presenza del portoghese Rui Silva che ha al suo attivo 9 medaglie raggiunte nelle tre grandi appuntamento della sua carriera: olimpiadi, Campionati del Mondo e Campionati Europei. Altri forti mezzofondisti che competeranno a Huelva sono i keniani Nicholas Wachira negli 800 e Paul Korir nei 1500.

I 5000m saranno probabilmente spettacolari, perché all nutrita presenza di atleti africani, i dominatori di questa distanza a livello mondiale, si uniscono i migliori spagnoli che dominano le prove di fondo in Europa. Alberto García, Juan Carlos dell'Ossa, Chema Martínez, Jesús España, Pablo Villalobos o Ricardo Montanaro, cercheranno di rendere la vita difficile a Boniface Kiprop e compagnia. La stessa cosa succederà nei 3000 siepi, dove vicino all'esteso elenco africano, gli spagnoli saranno capace di misurarsi alla pari con atleti del Kenya, Qatar, etc.

Il francese Naman Keita, medaglia di bronzo ad Atene 2004, è il nome più altisonante al via nei 400hs.
Nei concorsi di salti ci saranno autentici fenomeni di queste specialità. Víctor Moya (CUB), secondo classificato mondiale nell'alto nel 2005; Sergey Klyugin (RUS), Campione Olimpico nell'alto a Sidney 2000, Iván Pedroso (CUB), sette volte vincitore mondiale nel lungo, James Beckford (JAM), secondo classificato mondiale 1995, 2003, 2004 e secondo classificato olimpico 1996 e Joan Lino Martínez (ESP), campione Europeo 2005 e medaglia di bronzo ad Atene 2004.
In gara ben 3 italiani nell'alto, Andrea Bettinelli, Alessandro Talotti e Nicola Ciotti: 2,31 il primo e 2,30 gli altri quest'anno.

Tra i lanciatori emergono i pluriprimatisti spagnoli Manuel Martínez, peso, e Mario Pestano (disco), ed i discoboli Frantz Kruger (RSA), medagliato olimpico in Sidney ed il tedesco Michael Mollenbeck, medaglia di bronzo nel Mondiale di Helsinki 2005.

DONNE

Una delle prove più attese è l'800, nella quale Mayte Martínez avrà di fronte l'attuale campionessa mondiale di 800, la cubano Zulia Calatayud. Nel 1500 ci sarà la russa Olga Yegorova, attuale vice-compionessa mondiale di 1500. Il capitolo di corse di mezzofondo si chiude con Rosa Morató che ha appena battuto il Record della Spagna di 3000 siepi, situandosi in sesta posizione nella lista continentale dell'anno.

Glory Alozie si misurerà nei 100hs con le sorelle svedesi Susanna e Jenny Kallur, oro ed argento rispettivamente nel Campionato Europeo di Madrid 2005. Attenzione anche ad un'altra spagnola che incomincia a spuntare: Claudia Troppa.

Tre primatist spagnoli, Naroa Agirre (asta), Carlota Castrejana (triplo) e Mercedes Cigola (Giavellotto) avranno come rivali più qualificate Pavla Hamackova (CZE), seconda classificata mondiale 2004 e Tatiana Grigorieva (AUS), secondo classificata olimpica 2000, entrambe nell'asta; Yargelis Savigne (CUB), seconda classificata mondiale 2005, ed Olga Vasdeki (GRE), campionessa europea 1998 nel triplo; le cubane Osleidys Menéndez, primatista mondiale, campionessa olimpica e due volte campionessa mondiale nel giavellotto.

fonte: www.rfea.es

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *