CAMPIONATI ITALIANI ASSOLUTI 2006 – PREVIEW

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Finalmente ci siamo; quello che dovrebbe essere uno degli appuntamenti più attesi dell'atletica nazionale è alle porte. Finora i protagonisti del prossimo weekend (venerdì 7 e sabato 8) a Torino hanno mostrato i denti nelle varie gare in Italia e all'estero senza aver l'opportunità di scontrarsi tutti sulla stessa pista o pedana. Dunque siamo alla resa dei conti: per chi è alla ricerca del minimo per gli europei di Goteborg questa è un'occasione da non perdere e soprattutto per chi insegue il tricolore è una prova senza appello.
L'organizzazione punta a coinvolgere il maggior numero possibile di spettatori, proponendo l'ingresso (valido per le 2 giornate) a 10 euro per la tribuna d'arrivo e gratuito per i restanti settori dello stadio.
Gli atleti di casa si presenteranno ai blocchi di partenza con una carica particolare, su tutti Daniela Graglia alla caccia del minimo europeo nei 200m e dell'ennesima maglia tricolore. L'atleta piemontese ha dichiarato di temere soltanto è il cronometro come avversario. Sempre tra gli atleti di casa, Koura Kaba Fantoni, dovrà difendere il suo titolo nei 200 conquistato a Bressanone l'anno scorso.
Passando in rassegna le iscrizioni si nota come saranno da tener d'occhio una moltitudine di giovani impegnati specialmente nelle prove veloci, dove quest'anno si sono messi in evidenza nuovi possibili talenti.
Oltre a tener d'occhio gli sprint di Collio, Verdecchia, del ritrovato Ciccio Scuderi (iscritto anche nei 200) e soci, ci sarà da segnarsi qualche nome nuovo come Gavino Dettori (Atl. Delogu), classe '87, accreditato di 10″58 nei 100m, l'atleta di casa Fabio Cerutti del CUS Torino con l'ottimo 10″43 sempre nei 100. Sempre seguendo la “linea verde” occhio al talento Matteo Galvan (Atl Vicentina) nei 200 e ai progressi di Marco Scalpelli (Avis Macerata), in attesa di vedere finalmente prove convincenti da Torrieri e Cavallaro, troppo spesso a corrente alternata.
Sempre tra i giovani, meritano attenzione il saltatore in alto dell'Atletica Canavesana ancora “allievo” Kevin Ojaku accreditato di 2,06m e negli 800m il neo primatista italiano alievi Mario Scapini con 1'50″30.
Come non citare poi il “cavallo” Claudio Licciardello nei 400m, al quale l'augurio di tutti noi è che il clima degli Assoluti possa giovare per limare ancora l'incredibile 45″59 col quale si presenta al via.
Chissà che per i gemelli Ciotti, per Talotti o Bettinelli non sia l'ora di raggiungere e magari superare la tanto agognata quota di 2,33m che rappresenta un limite invalcabile da troppo tempo, sfruttando l'adrenalina di una gara dai contenuti probabilmente alti.
Il mezzofondo potrà riservare sorprese in campo maschile, perchè i valori in campo appaiono abbastanza livellati e una gionata positiva o negativa di qualcuno potrebbe cambiare equilibri dati per assodati.
La pedana del lungo, sulla quale sarà impegnato il notro uomo di punta in campo internazionale Andrew Besozzi, dovrebbe regalare emozioni dalla battaglia tra lui e il primato italiano di Evangelisti, sempre più vicino.

In campo femminile il settore più vivo appare il mezzofondo, dove ben 4 atlete Waissteiner, Rungger, Maraoui e De Soccio sono abbondantemente sotto i 16' nei 5000 e nei 1500 si vivrà una sfida ancora più aperta tra Berlanda, Palmas, Rinicella, Dal Ri che dovranno guardarsi dai finali mortiferi della capolista Elisa Cusma, che sarà la favorita indiscussa degli 800m dopo le ottime performances in campo internazionale. Sarà apertissima anche la gara dei 100m, con tante atlete sotto i 12″ tra le quali spiccano Elena Sordelli, la giovanissime Jessica Paoletta e Maria Aurora Salvagno. Il settore salti invece piange un'annata avara di emozioni con le tripliste Martinez e la Mantia al di sotto dei loro standard.

Tra gli 846 atleti isciritti, 439 uomini e 407 donne in molti oltre agli atleti citati in questa prewiew avranno l'occasione per mettersi in luce. Dal parterre che scenderà in pista allo stadio Primo Nebiolo di Torino, dopo la recente figuraccia in coppa Europa, sarebbe un segnale positivo vedere un buon numero di prestazioni di alto livello, sicuramente possibili, in questi Campionati Italiani Assoluti.

fonte: Redazione Atletica Net

ALLEGATO: ANet_news_Programma_orario_delle_gare_5.7.2006.zip (10 Kb)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *