CAMPIONATI ITALIANI JUNIOR E PROMESSE, OGGI LA GIORNATA CONCLUSIVA

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Con pochi risultati da urlo ma con prestazioni senz'altro degne di un Campionato Italiano, va in scena oggi a Rieti la terza e conclusiva giornata dei Campionati Italiani Junior e Promesse. Vediamo i fatti salienti delle prime due giornate.

Nella velocità si sono viste buone gare e qualche favorito ha subito la voglia di vincere di giovani atleti. Nei 100 donne junior vince Martina Giovannetti rifilando quasi tre decimi alla favorita Jessica Paoletta che avrà comunque anche l'anno prossimo per rifarsi. Nelle promesse stesso clichè: Doris Tomasini, di due anni più grande vince il titolo italiano davanti alla quotata Maria Aurora Salvagno con oltre due decimi di vantaggio. Per gli uomini, fatta eccezione per la squalifica di Alessandro Berdini per falsa partenza, pronostici rispettati: Matteo Galvan tra gli Junior vince con un buon 10″54 e meglio di lui fa il sorprendente Rosario La Mastra che nella gara promesse vince i suoi 100 metri nell'ottimo tempo di 10″33.

Dal mezzofondo arrivano buone notizie dai 3000 siepi promesse donne dove Giorgia Robaudo stampa un tempo da record e vince la gara in 10'16″06, nuovo limite nazionale che rileva quello di Emma Quaglia datato di quattro anni. Niente di particolarmente eclatante tra gli uomini dove segnaliamo il 5000 junior più per l'agonismo in gara che per il tempo. Al termine di una gara corsa a tre, vince Simone Gariboldi ed ha la meglio su Andrea Lalli e Antonio Garavello.

Bravissima la promessa (ma solo di categoria) Giorgio Rubino che, in splendida forma in vista degli europei, si prende il lusso di marciare sul filo dei 40 minuti, vincendo una gara i cui unici avversari sono stati il caldo ed il proprio limite personale decisamente migliorato. Bravo anche se in apparente stasi prestativa Daniele Paris giunto secondo a conferma la bontà della scuola di Ruggero Sala che porta al tricolore Matteo Giupponi nella gara juniores e Martina Gabrielli nella marcia promesse donne.

Nei concorsi Elena Scarpellini si mette in evidenza saltando 4.05 nell'asta juniores non troppo distante dal suo 4.15 che rappresenta anche il record italiano di categoria. L'alto maschile ritrova Andrea Lemmi col tricolore promesse al collo e una ritrovata fiducia dopo annate agonistiche non troppo felici.

Nella sezione risultati del Lazio di Atleticanet, i file con tutti i risultati delle prime due giornate.

fonte: Fidal

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *