ULTIMA GIORNATA CAMPIONATI ITALIANI JUN/PRO

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

È stata un’ultima giornata ricca di emozioni allo stadio Raul Guidobaldi di Rieti.
Ad accendere tutto lo stadio ci ha pensato Matteo Galvan che ottiene la doppietta (dopo la vittoria dei 100) correndo i 200 juniores in uno splendido 20.87.

Dopo una buona partenza l’atleta vicentino si è esteso bene in curva per poi andare a bruciare completamente gli avversari nell’ultimo rettilineo.
Galvan è andato al personale aggiungendo ancora prestigio al suo grande valore che aveva dimostrato a Marrakech nel luglio del 2005 con la medaglia di bronzo conquistata ai mondiali allievi.
Col nuovo personale ottenuto oggi, Galvan si presenta ai mondiali di Pechino con grandi possibilità di entrare in finale e magari di conquistare medaglie vista la sua continua crescita.
È andata al personale anche Giulia Arcioni che nei 200 promesse che ha fatto registrare l’ottimo tempo di 23.58 davanti a Doris Tommasini.
Martina Giovanetti ha battuto la favorita Jessica Paoletta nei 200 juniores ottenendo il personale di 24.05 mentre nei 200 juniores maschili la vittoria è andata a Francesco Costa col tempo di 21.45.

Prima dei 200 sono andate in scena le finali dei 400 ostacoli che hanno riservato qualche sorpresa.
Negli juniores maschi la vittoria è andata ad Edoardo Guaschino, nuovo nome della specialità, che l’ha spuntata su Leonardo Capotosti che ha peccato nell’ultimo ostacolo, mentre in campo femminile vittoria scontata per Zoe Anello.
Nelle promesse femminili l’ha spuntata Rita Apollo che è scesa sotto il muro del minuto facendo registrare il tempo di 59.96. Tra gli uomini l’altoatesino Thomas Auckenthaler ha conquistato il titolo con il crono di 52.08.

Nei lanci juniores Dradi Severino ha conquistato il suo primo titolo itatiano lanciando il giavellotto a 57.37 mentre Maicol Spallanzani ha ottenuto il suo ennesimo titolo italiano nel getto del peso con la misura di 17.55.
Tra le promesse donne vittoria per Laura Gibilisco nel martello che ha scagliato il proprio attrezzo a 57.56 mentre nel disco uomini la vittoria è andata a Giovanni Faloci che ha lanciato 54.38.
Conferma nelle juniores per Elena Carini che ha vinto il titolo nella gara del getto del peso con la misura di 14.24.

Nel mezzofondo l’orario di gara, attorno alle 12.00, ha imposto gare tattiche agli atleti visto il caldo soffocante presente in pista. Tra le juniores Valentina Costanza si conferma campionessa italiana dei 1500 con il tempo di 4.31.55 lasciandosi alle spalle il brutto 800 di sabato. Tra gli uomini l’ha spuntata Merium Crespi con 3.51.42 che è andato a conquistare il suo primo titolo italiano in una bella volata con Simone Gariboldi.
Tra le promesse rimonta finale di Stefano La Rosa che con 3.52.32 si porta a casa il titolo italiano mentre nelle donne vittoria di Eleonora Riga con il crono di 4.31.87 che fa doppietta dopo la vittoria sugli 800.

Nei salti vittoria per Serena Amato tra le juniores nel salto in lungo con la misura di 6.03 davanti ad Elena Falco con 5.98.
Sempre tra le juniores vittoria per Tatiana Vitaliano nel salto in lato salita ad 1.73.
Nel salto con l’asta si impone Marco Boni valicando l’asticella posta a 5.11 mentre nel triplo promesse donne vittoria per Sara Fabris che ha saltato 13.02.
Nelle 4×400 juniores doppia vittoria per l’atletica Bergamo che si conferma la miglior società italiana giovanile.

fonte: Fidal

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *