LYSENKO: E’ ANCORA RECORD DEL MONDO!

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Nel meeting 2006 di Tallinn che si è svolto nella giornata di ieri, la russa Tatyana Lysenko ha migliorato il record del mondo che aveva fatto segnare lei stessa il giugno scorso, portandolo da 77.41 a ben 77.80m.

All'età di soli 22 anni il talento russo è al suo terzo record del mondo. Il lancio più lungo è arrivato al quinto tentativo, ma nel corso della gara ha superato i 76 metri altre due volte. Dietro alla russa, che è stata bronzo ai mondiali dell'anno scorso, si è classificata un'altra russa, Yekaterina Khorosikh, che a Goteborg non aveva raggiunto la finale, ma che qua a Tallinn ha lanciato la sfera a 73.46m, un'ottimo risultato. Terza la polacca Kamila Skolimowska.

Più tardi un altro Campione europeo ha ribadito la sua preminenza sugli altri. Virgilijus Alekna, della Lituania, ha vinto la gara del disco, tuttavia non senza dover lottare. L'estone Gerd Kanter ha prodotto un ottimo secondo lancio di 67.86m, che Alekna ha inizialmente uguagliato e poi superato all'ultimo lancio, quando ha scagliato il disco a 69.30m. Questa è la 19esima finale che Alekna vince consecutivamente! L'ultima volta che qualcuno l'ha superato risale all'agosto scorso, proprio a Tallinn, quando il sudafricano Frantz Kruger è riuscito nell'impresa.

L'americano Christian Cantwell ha confermato l'ottimo stato di forma in cui si trova, vincendo la gara del lancio del peso. Miglior pesista di quest'anno, Cantwell ha fatto un quinto e un sesto lancio di 21.40m e 21.75m che sono bastati per assegnargli la vittoria. Secondo l'argento di Goteborg, Andrey Mikhnevich, con un rispettabilissimo 21.10m.

Negli sprint, l'australiano Patrick Johnson e il jamaicano Ricardo Williams si sono scambiati le prime due posizioni: i 100m sono andati a Johnson (10.37), mentre Williams si è aggiudicato i 200m (20.60). Tra le donne invece è stata Tashia Harrigan delle Isole Vergini a fare doppietta negli sprint, correndo i 100m in 11.30 e i 200m in 23.40.

L'idolo della folla, la 20enne estone Ksenija Balta, ha gareggiato nel salto in lungo ed ha migliorato il proprio personale da 6.56 a 6.80m. La Balta è anche dententrice dei record nazionali negli sprint (11.47 e 23.05) ed ha un personale nell'eptathlon di 6180.

fonte: IAAF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *