CAMPIONATI MONDIALI JUNIOR: GIORNO 3

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Prosegue l’avventura asiatica dei Campionati Mondiali Junior di Pechino, con molti altri titoli assegnati in questi ultimi due giorni.
Nel pomeriggio di ieri si è svolta la finale del salto in alto maschile, partita dalla misura di apertura di 2.05m. Alla fine il cinese Haiqiang Huang ha vinto la gara con la nuova migliore prestazione mondiale junior dell’anno di 2.32, saltata all’ultimo tentativo disponibile. Al secondo posto è finito l’israeliano Niki Palli, fermatosi a quota 2.29, mentre l’ultimo gradino del podio è andato all’ ucraino Bohdan Bondarenko con 2.26.

La seconda finale del pomeriggio è stata quella dei 400hs donne, in cui ha dominato la giamaicana Kaliese Spencer, che con 55.11 ha stabilito anch’essa il miglior crono mondiale junior di quest’anno. Al secondo posto si è piazzata invece l’americana Nicole Leach con 55.55, davanti all’altra giamaicana della finale Sherene Pinnock, in 56.67.

Nei 3000st donne successo keniano grazie a Caroline Chepkurui Tuigong, che con il tempo di 9:40.95, migliora il record dei campionati; solo il terzo posto, invece, per l’etiope Mekdes Bekele Tadese, che nella prima barriera dell’ultimo giro ha urtato l’ostacolo con il piede d’attacco, finendo rovinosamente a terra. Medaglia d’argento, infine, per la rumena Ancuta Bobocel in 9:46.19.

Nella finale del salto triplo donne dominio assoluto da parte dell’ estone Kaire Leibak, che all’ultimo tentativo arriva addirittura a 14.43m, nuovo miglior salto mondiale della stagione; alle sue spalle migliorano il loro personale le altre due medagliate, rispettivamente la cinese Li Sha e l’ucraina Liliya Kulyk con la stessa misura di 14.01m.

Le finali dei 400m hanno avuto entrambe eccellenti prestazioni da parte dei vincitori: tra le donne la croata Danijela Grgic ha stabilito in 50.78 la nuova migliore prestazione mondiale stagionale junior, infliggendo un distacco pesantissimo sulla seconda, la giamaicana Sonita Sutherland, che ha concluso in 51.42. Terzo posto, infine, per la velocista del Sudan Nawal El Jack in 51.67.
Tra gli uomini, invece, vittoria sul filo dei centesimi per l’atleta di Trinidad & Tobago Renny Quow che con 45.74, suo nuovo personale, batte di soli 4 centesimi l’americano Justin Oliver e di altri 9 centesimi il britannico Martyn Rooney.

Gara piuttosto tattica, invece, è stata quella dei 1500m maschili, vinti con il tempo di 3:40.44 a sorpresa dal keniano Remmy Limo Ndiwa sul marocchino Abdelati Iguider, che vantava un personale di 3:33.67. Terzo posto e medaglia di bronzo per il mezzofondista del Bahrain Belal Mansoor Ali in 3:41.36.

La giornata si è conclusa con la fine delle 10 prove del decathlon maschile, che ha visto la vittoria del russo Arkadiy Vasilyev con l’ottimo punteggio di 8059 punti, soprattutto grazie allo straordinario lancio a 67.43m nel giavellotto. Al secondo posto si è difeso il cubano Yordani García con 7850 punti, nuovo record nazionale junior, mentre l’ultimo gradino del podio è andato allo neozelandese Jordan Vandermade con 7807 punti.

fonte: IAAF

ALLEGATO: ANet_news_Risultati_terza_giornata_18.8.2006.zip (16 Kb)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *