ANDREW HOWE, UNA DOMENICA NELLA MAGICA RIETI

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Una passerella davanti al pubblico di casa, una gara che lo vedrà impegnato per trovare il salto del record italiano. Andrew Howe, è stato tra i primi campioni a confermare la presenza al meeting reatino di domenica 27 agosto. Contro di lui Dwight Phillips. Mezzofondo, asta, 400 metri, gli altri motivi di un pomeriggio di grande atletica internazionale.

Non lo ha fatto nel regale palcoscenico del meeting di Zurigo, che si materializzi proprio nella città a lui più cara. L’impianto Raul Guidobaldi potrebbe essere la giusta “location” per il nuovo record italiano di salto in lungo, ad opera di quel talento che chissà quante volte ha corso e saltato sulla splendida pista di Rieti. Andrew sarebbe il giusto erede della tradizione dei record, alcuni dei quali mondiali, nel classico appuntamento in terra sabina.

Mai come quest’anno per Andrew sarà gradevole il ritorno nella sua “Itaca”, dopo aver girovagato mezzo mondo atterrando con regolarità oltre gli 8 metri. Miglior salto rimane quello da 8,41 nella splendida cornice del Golden Gala di Roma, lo scorso 14 luglio, chissà che la sua regione porti bene anche stavolta.

Ciò che è sicuro per ora è che domenica pomeriggio sarà una festa annunciata per il campione europeo di salto in lungo, con il pubblico pronto a spellarsi le mani per il campione visto crescere e vincere sotto l’occhio attento di mamma Renè Felton.

L’ultima gara è stata una settimana fa a Zurigo, con il miglior salto a 8,19 m, per un quarto posto ad una manciata di centimetri da Dwight Phillips. Proprio Phillips, campione olimpico in carica oltre che dominatore della specialità negli ultimi anni, sarà l’avversario da battere anche a Rieti e probabilmente uno stimolo in più per superare gli 8,43 di S.Giovanni Valdarno targati Giovanni Evangelisti, attuale record italiano da quasi 20 anni.

Ma la pedana del lungo non sarà l’unico motivo di interesse di uno dei meeting più prestigiosi ed importanti della penisola. Anche quest’anno un occhio di riguardo è stato riservato alle gare di mezzofondo.

Da seguire sarà la gara degli 800 femminili, con la giovane keniana Janet Jepkosgei che proverà a non farsi sorprendere dalle fortissime russe Klyuka, Kotlaryova e Cherkasova, e dall’ucraina Petlyuk. In gara sarà presente anche l’azzurra Elisa Cusma alla ricerca del ritmo giusto per migliorare il personale.

Non da meno sarà la gara al maschile, con una serie di “cavalli di razza” rispondenti ai nomi di Wilfred Bungei, Mbulaeni Mulaudzi, Youssef Kamel, Rashid Ramzi. A questi è da aggiungere il fresco campione europeo Bram Som, dato in gran condizione, e l’azzurro Andrea Longo, alla ricerca del miglior tempo dell’anno, dopo una finale europea poco entusiasmante.

A cercare il colpaccio ci sarà anche un giovanotto di San Gregorio da Sassola, Andrea Barberi, un paio di settimane dopo la fantastica prestazione a quattro centesimi dallo storico record italiano nei 400 metri di Mauro Zuliani. L’italiano parla con i fatti, è consapevole dei suoi mezzi, e non nasconde di sentire nelle gambe un tempo vicino ai 45”10. Kikaya, Williamson, Francique, Brew potrebbero fare il resto, portandolo su passaggi “under 45”.

Una finale olimpica sarà poi quella dell’asta maschile, con i migliori in pedana, compreso Brad Walker, l’unico atleta a volare oltre i 6 metri quest’anno. Contro di lui Okkert Britts, Tim Mack, Tim Lobinger, Toby Stevenson, Paul Burgess, tutti con un personale da 6 metri o più, l’ex campione europeo Aleksandr Averbukh ed ovviamente il nostro Giuseppe Gibilisco. Insomma, l’aristocrazia del salto con l’asta dei nostri giorni, una competizione molto impegnativa in cui Gibilisco proverà a riscattare una stagione non certo esaltante.

Ancora una volta un pomeriggio di grande atletica allo stadio Raul Guidobaldi, il tutto grazie alla sapiente ed appassionata organizzazione di Sandro Giovannelli, in una delle isole più felici dell’atletica in Italia.
Appuntamento dunque a Rieti, domenica 27 agosto, stadio Raul Guidobaldi, con la grande atletica internazionale.

Di seguito il programma orario della manifestazione:

Ore 16.30 ASTA U/TRIPLO D
Ore 16.55 400mHS D
Ore 17.03 400mHS U
Ore 17.10 800m U (Serie B)
Ore 17.18 200m D
Ore 17.20 SALTO IN ALTO D
Ore 17.25 200m U
Ore 17.32 3000m SIEPI D
Ore 17.35 LANCIO DEL DISCO D
Ore 17.45 SALTO IN LUNGO U
Ore 17.47 400m D
Ore 17.55 800m D
Ore 18.03 3000m U
Ore 18.17 100m U
Ore 18.25 400m U
Ore 18.32 800m U (Serie A)
Ore 18.40 1500m D
Ore 18.50 1500m U

Il meeting sarà seguito in diretta dalle telecamere della Rai con diretta su Rai Tre dalle ore 16.55 alle ore 17.25 e dalle ore 18.15 alle ore 19.00, mentre sarà trasmessa la differita integrale su RaiSport Sat dalle 20.20.

fonte: Redazione Rietimeeting; Foto:Petrucci/Fotosports

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *