56° MEMORIAL HANZEKOVIC, ZAGABRIA

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Ieri sera a preso luogo a Zagabria il 56° Memorial Hanzekovic valevole per il IAAF World Athletic Tour . Il meeting intitolato a Boris Hanzekovic, grande ostacolista della storia croata, aveva come partecipanti numerosi atleti andati a podio ai recenti Europei di Goteborg.

La gara più attesa era sicuramente il salto in alto femminile dove a tenere alta la bandiera di casa era impegnata Blanka Vlasic con una gara di alto livello vista la presenza della bulgara Venelina Veneva e della svedese Kajsa Bergqvist rispettivamente seconda e terza agli Europei.
Blanka Vlašic non ha deluso il suo pubblico vincendo la gara con la misura di 2.01 davanti a Kajsa Bergqvist che ha commesso più errori ed il terzo posto è andato a Venelina Veneva con la misura di 1.98.

L’altra gara attesa erano i 110 ostacoli visto che sono ancora vivi i ricordi delle imprese di Hanzekovic.
Quest’anno a spuntarla è stato l’americano Allen Johnson che con il tempo di 13”19 ha superato di un solo centesimo Dayron Robles che a Losanna aveva fatto molto bene con il nuovo personale a 13”04.

Nei 100 metri Jason Smoots e Francis Obikwelu hanno offerto spettacolo con un finale al fotofinish che ha dato ragione all’americano sul campione europeo della distanza: entrambi hanno concluso in 10”22. Anche nelle donne, la neocampionessa europea dei 100 e 200 Kim Gevaert si è dovuta arrendere all’attacco di Debbie Ferguson che ha fermato il cronometro in 11”26 (Gevaert: 11”31).
Debbie Ferguson ha anche preso parte ai 200 dove per soli due centesimi è stata superata dall’americana Stephanie Durst con il crono di 22”95.

I lanci femminili sono stati dominati dalle russe: Darya Pishchalnikova lanciando il suo disco a 63.66 ha avuto la meglio per due centimetri sulla rumena Nicoleta Grasu; Tatyana Lysenko ha invece vinto la gara del martello con la misura di 76.54 davanti alla tedesca Betty Heidler . In questa gara erano presenti anche Clarissa Claretti che è giunta settima con la misura di 70.79 ed Ester Balassini che è arrivata decima con un modesto 67.22

Nei 400 femminili Vania Stambolova con 50”37 ha avuto la meglio su DeeDee Trotter che ha terminato in 50”88. La gara al maschile ha visto Brandon Simpson imporsi con il tempo di 45”33 davanti a Alleyne Francique (45”74).

Le due gare di mezzofondo hanno visto un bel finale sia nei 3000 uomini dove la vittoria è andata al keniano Shadrack Korir con il tempo di 7’37”50 che ha battutto il connazionale Joseph Ebuya di 15centesimi. Anche gli 800donne si sono rivelati gara tattica con Svetlana Klyuka che ha avuto la meglio sulle avversarie fermando il crono in 2’00”77.

Gli altri risultati: il giamaicano Usain Bolt ha vinto la gara dei 200 con il tempo di 20”49, buona prestazione anche del connazionale Danny McFarlane che si è imposto nei 400 ostacoli con il crono di 48”93.
La gara del giavellotto maschile è stata dominata dall’americano Mike Hazle che ha lanciato il suo attrezzo a 76.33.
I 100 ostacoli sono stati vinti da Anay Tejeda con il tempo di 12”75 che ha superato Perdita Felicien(12”78).
La coppia cubana Cumbá – González ha dominato il getto del peso donne con la prima che ha lanciato 19.22 mentre González ha ottenuto la misura di 18.64.
Infine il salto in lungo è stato vinto da Gable Garenamotse che ha saltato 7.87.

fonte: Iaaf

ALLEGATO: ANet_news_In_allegato_i_Risultati_della_manifestazione_1.9.2006.txt (6 Kb)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *