SOCIETÀ MASTER : L’ “ATLETICA AMBROSIANA DI MILANO”

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

A meno di una settimana dalla Finale Nazionale del Campionato Master su pista, presentiamo una delle Società che vedremo sicure protagoniste, sia con la formazione femminile che con quella maschile: l’ ”Atletica AMBROSIANA” di Milano.

La Lombardia ha da sempre espresso atletica di ottimo livello nel settore master, con diverse formazioni maschili che accedono puntualmente alla finale del Campionato di Società (tre quest’anno). Quasi storico è il “derby” milanese tra Road Runners Club ed Atletica Ambrosiana, le due realtà più complete e numerose della scena milanese. Quest’anno il titolo regionale maschile è andato all’ Atletica Ambrosiana che in classifica nazionale, con i suoi 9328 punti, è seconda a soli 62 punti dalla prima, ed ha tutte le carte in regola per aggiudicarsi il titolo nazionale 2006, nella finale di Ostia del 30settembre-1ottobre.
Non meno sfavillante è la compagine femminile dell’Atletica Ambrosiana, Società campione d’Italia uscente (scudetto vinto a Salerno, nel 2005, a pari merito con la A.S.Villa Guglielmi di Roma), attualmente terza nella classifica parziale nazionale, ma che in regione, purtroppo, non ha trovato assolutamente stimoli e concorrenza. In un’annata che ha segnato forse il momento più sconsolante dell’atletica lombarda al femminile, la due giorni di Campionato regionale Fidal, a Salò, il 24-25 giugno scorso, ha visto in pista complessivamente 12 concorrenti, su tutte le gare, per tutte le società… E’ cosa piuttosto anomala, e dovrebbe far riflettere gli addetti ai lavori, soprattutto se consideriamo che la Lombardia e’ tra le tre regioni italiane (con Lazio e Piemonte) che conta il maggior numero di tesserati FIDAL master donne. E’ possibile che tutte le atlete siano naturalmente attratte dal ‘fascino’ delle competizioni su strada?

Per conoscere più da vicino quest’importante società di Milano, ho intervistato Ettore BROLO, animatore, assieme a Galdino ROSSI e ad altri soci, del settore master dell’Atletica Ambrosiana, curatore del sito web del team, nonché, confessa, atleta in prima persona sebbene a tempo perso.

L’Atletica Ambrosiana nasce nel 1992 dalla fusione dei settori più attivi in pista del ‘G.P. Tiremm Inanz’ e dell’ ‘ U.S.Ciovasso’, due società presenti in quegli anni in regione, che principalmente si occupavano, e lo fanno tuttora, di organizzazione di corse podistiche e di attività di promozione allo sport. La molla alla fusione dei gruppi è stata la prospettiva di partecipare alle gare federali con un numero maggiore di atleti, riuscendo a coprire tutte le specialità nel CdS, così come il vantaggio di godere di una rete più estesa di collaborazione ed informazione.

Il numero complessivo di tesserati dell’Ambrosiana oggi è di circa 160, tra atlete ed atleti. L’attività è essenzialmente quella del settore Master, con qualche sporadico tesserato ‘Assoluto’ ed un esiguo numero di iscritti, soprattutto i figli di alcuni dei soci, nel settore giovanile. Diversi tesserati master sono anche attivi nel Gruppo Giudici Gare FIDAL e presenti nella vita dei comitati federali della Regione.
Il presidente dell’Ambrosiana è Giuseppe BIANCHIN. La maggior parte degli atleti vive a Milano o nell’hinterland, ma ci sono anche alcuni soci di fuori provincia.
L’attività è principalmente finanziata dalle quote sociali, non essendovi alle spalle dell’Ambrosiana un vero e proprio sponsor.

La società promuove l’attività in pista, organizzando due meeting cittadini: l’Ambrosiana Day (classica riunione in pista di giugno, che ha compiuto quest’anno i 10 anni) ed il Memorial Zanca-Bottalico-Oggioni la cui 11^ edizione si e’ tenuta appena due settimane fa.
Inoltre, assieme ai due gruppi sportivi dai quali ha ‘ereditato’ gli atleti di pista, l’Ambrosiana collabora nell’organizzazione di svariate manifestazioni podistiche, tra le quali spicca per attualità ed originalità, il Miglio Ambrosiano, del quale si è appena disputata la 16^ edizione, a Cesano Boscone, su un percorso ricavato all’interno della casa di cura “Sacra Famiglia” (www.clubdelmiglio.it); ed il Trofeo Sempione, appuntamento primaverile molto apprezzato dai podisti milanesi (www.trofeosempione.it ).

Un gruppo piuttosto numeroso di atleti dell’Ambrosiana sfrutta per gli allenamenti quotidiani la pista e pedane del Giurati, un impianto storico della metropoli lombarda. Il campo XXV Aprile, altra struttura molto frequentata dai milanesi, è sede di allenamento di diversi altri soci, così come è possibile durante i pomeriggi incontrare qualche maglia verde-rossa dell’Ambrosiana anche sulla pista dell’ Arena. Poco felice è, invece, la situazione a Milano per i lanciatori, per i quali sono a disposizione solo un paio di strutture, situate per giunta nella stessa zona della città.

In regione, “nemica” di sempre dell’Ambrosiana maschile, e’ il blasonato Road Runners Club di Milano, con il quale la rivalità è tuttavia solo sportiva, visto che i rapporti tra atleti sono ottimi, cementati da anni di conoscenza, sui campi e nella vita atletica federale.
Al Campionato Regionale 2006, 400 punti hanno diviso alla fine le due squadre, con l’ Atletica Ambrosiana che ha primeggiato, grazie al contributo di una formazione di campioni, in grado di ottenere in tutte le 13 specialità punteggi superiori a quota 700. Insomma una squadra completa e competitiva ! Questi gli atleti da classifica:

Romano CARNITI (100m e 4×100),
Roberto VAGHI (200m, 400m e 4×400),
Antonio MONTARULI (4×100, 4×400),
Sergio VERONESI (4×100, 4×400),
Averardo DRAGONI (800m e 4×400),
Guido SPINAZZOLA (1500m) ,
Giuseppe GUARNACCIA (3000m),
Galdino ROSSI (salto in lungo, salto in alto e 4×100),
Adriano FORTI (getto del peso),
Romano BIANCO (lancio del disco) ,
Luigi BROLO (lancio del giavellotto).

L’età media della formazione supera i 60anni, tutti questi atleti sono stati più volte campioni italiani e numerose sono state le partecipazioni ai Campionati Europei e Mondiali Master.
Tra tutti, spiccano le figure di

Galdino ROSSI, la cui piu’ recente medaglia in manifestazioni internazionali è stato l’argento nel salto con l’asta ai Campionati Mondiali indoor di Linz 2006. Saltando 3.20m a Misano a giugno quest’anno si e’ laureato Campione italiano 2006 in categoria M65. E’ detentore delle migliori prestazioni italiane sull’asta in categoria M55 ed M65; e sull’eptathlon M55.

Roberto VAGHI, classe 1939, Campione italiano 2006 dei 400m, e vicecampione dei 200m. Bronzo con la 4×100 M65 ai Mondiali 2005; Argento con la 4×200 M65 ai Mondiali indoor 2006, e di nuovo argento con le due staffette 4×100 e 4×400 M65 agli Europei in Polonia qualche mese fa. Vaghi è il migliore di sempre in Italia sui 400m M65 (1’03.29), ed ha corso in entrambe i quartetti che hanno firmato le migliori prestazioni nazionali M65 (con Tamaro, Valente e Laimer nella 4×100; con Tamaro Valente e Dafarra nella 4×400).

Antonio MONTARULI, bronzo sui 100Hs ai Mondiali in Spagna nel 2005; oro con la 4×100 M55 agli Europei in Polonia nel 2006, occasione in cui la staffetta e’ arrivata al primato nazionale di categoria (48’’49, con A.Rossi, C.Rossetti e V.Felicetti). All’ultima edizione dei Campionati Italiani individuali, Montaruli ha vinto l’argento sui 400Hs M55, e l’oro con la 4×400, assieme a Vaghi, Veronesi e Brolo).

L’eclettico Luigi BROLO, da sempre, nell’Ambrosiana, uno dei titolari nel lancio del giavellotto, ma capace di spaziare in questa stagione dai 400 metri al salto con l’asta, vincendo l’oro con la 4×200 ai Campionati italiani indoor, l’argento al lancio del giavellotto e l’oro con la staffetta 4×400 M65 ai Campionati italiani di Misano.

Ricordiamo, tuttavia, che la squadra dell’Ambrosiana e’ assai numerosa e …la panchina è lunga! Come dimostra d’altronde l’eccezionale partecipazione ai Campionati Italiani individuali Master di Misano, dove addirittura 24 sono stati gli atleti dell’Ambrosiana al via in 41 gare: 14 atleti sono saliti sul podio individualmente (oltre ai già citati Vaghi, Montaruli, Rossi e Brolo, ricordiamo Guido SPINAZZOLA M50, 1° sui 1500m e 3° sugli 800m; Adriano FORTI M70, 1° al peso; Averardo DRAGONI M55, 1° sugli 800m; Romano BIANCO M60, 3° al disco, Paolo CHIARI M50, 3° sui 400Hs e Sergio VERONESI M65, 3°sui 300Hs), mentre le 4 staffette schierate hanno portato a casa tre ori ed un argento.

Tra le stelle dell’Ambrosiana rimaste, per scelta o per necessità, ferme durante la fase regionale, ricordiamo inoltre lo sprinter Giancarlo D’ORO (oro con la 4×100 M40 ai Mondiali 2005 e oro con la 4×200 M40 ai Mondiali indoor 2006 e Luca DE PONTI (argento con la 4×400 M50 agli Italiani master 2006)

E veniamo ora alla squadra femminile dell’ Atletica Ambrosiana, le campionesse in carica, che a Ostia arriveranno a difendere il titolo con una formazione giovane (età media di categoria F45), ottimizzata al massimo (come dire… poche ma buone! ) e particolarmente forte nei salti e nella velocità:
Cristina DE GRANDIS (100m, 200m e 4×100),
Giuseppina PERLINO (400m, 800m),
Stefania SOFFIENTINI (1500m, 3000m),
Susanna TELLINI (lungo, alto, 4×100),
Rosanna FRANCHI(disco e 4×100),
Rosangela BIANCHI(peso e giavellotto),
Domenica PREITE(alto, lungo e 4×100).

Così come abbiamo sottolineato la serietà e voglia di gareggiare della squadra maschile, presente in gran numero al Campionato Italiano Master individuale 2006, lo stesso dovremo dire per le ragazze dell’Ambrosiana, tutte in gara a Misano, dove si sono aggiudicate ben 10 titoli nazionali!

Cristina DE GRANDIS, F50, quest’anno in una stagione veramente fantastica: due titoli individuali indoor a marzo (60m e 200m), due titoli individuali agli Italiani a metà giugno (100m e 200m). Ha realizzato a fine giugno la miglior prestazione italiana (14’’12) di categoria sui 100m. L’abbiamo vista poi in splendida condizione a luglio a Poznan, dove ha vinto il bronzo europeo sui 100m, e nelle due staffette F50 ha conquistato un argento (4×400) ed ancora un altro bronzo (4×100).

Giuseppina PERLINO, quarantunenne, atleta assoluta fino al 2001 nelle file della ‘Pro Sesto Atletica’. Quest’anno, Campionessa italiana master F40 nei 200m e vice campionessa nei 100m. Agli Europei di Poznan , la Peppa ha guadagnato un argento sui 200m ed un bronzo con la 4×400 F40, siglando la nuova prestazione italiana di categoria (con R.Marchi, F.Ragnetti e R.Rosati).
Al Campionato Regionale di Salò, la Perlino è stata schierata sui 400m ed 800m, avendo così il ‘privilegio’ di gareggiare indisturbata, completamente sola in entrambe le prove…

Susanna TELLINI, F40, campionessa italiana sui 100Hs e salto in lungo. Bronzo con la 4×200 ai Mondiali indoor di Linz, dove al salto in lungo ha anche sfiorato il podio (quarta, con la misura di 5.18m).

Completano la squadra dell’ Ambrosiana-donne
Rosanna FRANCHI, F60, ostacolista senza rivali in Italia, da quindici anni detentrice delle migliori prestazioni nazionali su 100Hs ed 80Hs, a Misano ha vinto il titolo quest’anno su 80Hs e lancio del disco ed un bronzo sui 100m.
Silvana ZUCCHI,F55, detentrice della miglior prestazione italiana F50 sui 200m e due volte Campionessa italiana 2006, sui 100m e 200m.
Donatella GABOARDI, Rosa ANIBALDI e le due neocampionesse italiane di corsa in montagna, Paola ZAGHI (F35), ed Annamaria VAGHI(F55), che a giugno hanno disertato la riunione di Salo’, per via della concomitanza con la gara di Campionato in montagna, ma che quasi sicuramente vedremo in pista per la finalissima, a dare il loro prezioso contributo alla squadra.

Lo spirito che tiene unita la squadra dell’Ambrosiana è sicuramente l’entusiasmo che gli atleti e le atlete hanno di vivere insieme la propria passione sportiva, con il gusto di praticare atletica con la “serietà” naturale di un gioco a cui si partecipa con autentico divertimento.
La Società, che ha già vinto nel 2004, a Formia, lo scudetto per Club maschile, e nel 2005, a Salerno, quello femminile, si presenta dunque alla Finale di Nazionale di Ostia come una delle candidate ai titoli. Tuttavia, Ettore Brolo, non nasconde che, al termine di una stagione così piena di appuntamenti, qual'è diventata quella master, non è facile formare la squadra per quest’ultimo ma importantissimo obiettivo.
Ma è vero anche che questa è una difficoltà che incontrano a questo punto sicuramente tutte le Società…

[Link al sito internet dell' Atletica Ambrosiana Milano]

Leggi gli articoli pubblicati su Atleticanet relativi alle altre società master:
SOCIETA' MASTER: L' ACSI PALATINO-CAMPIDOGLIO DI ROMA
SOCIETA' MASTER: G.S. TORTELLINI VOLTAN MARTELLAGO
SOCIETA' MASTER: A.S. ATHLON-BASTIA
SOCIETA' MASTER: VITTORIO ALFIERI ASTI
SOCIETA' MASTER: LIBERATLETICA ROMA

fonte: Atleticanet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *