SOCIETÀ MASTER: IL “G.S. TORTELLINI VOLTAN MARTELLAGO”

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Continuiamo il nostro giro d'Italia alla scoperta delle società master più rappresentative per arrivare in Veneto ed incontrare il G.S. Tortellini Voltan Martellago.
Dopo la fase regionale dei Campionati di Società, la squadra veneziana si è classificata al quarto posto con 9.282 punti e arriverà alla finale di Ostia agguerritissima, pronta a difendere e a migliorare il terzo posto ottenuto nella finale dello scorso anno a Salerno.

(Nella foto la premiazione della squadra a Salerno – di R.Marchi)

A farmi da guida è Rossano Nordio, il direttore tecnico del “settore pista”, nonché allenatore e atleta. La sua passione sportiva in gioventù era il calcio, dove ha vestito i panni prima del giocatore e poi dell'allenatore. A 35 anni ha però dovuto smettere per impegni di lavoro. Ad avvicinarlo alla pista di atletica è stata la figlia Giorgia. “Era allieva e correva i 400 metri” racconta Rossano “ io avevo 40 anni e le chiesi se potevo allenarmi con lei”. Sono passati vent'anni dal giorno in cui mise piede in pista la prima volta, nel frattempo la figlia ha smesso di correre, si è sposata e lui è diventato nonno ed è andato in pensione, ma Rossano non ha mai smesso di frequentare il campo San Giuliano di Mestre. La sua specialità è la velocità, dove predilige il “giro della morte”. Da subito, oltre a fare l'atleta, ha cercato di studiare i metodi di allenamento, attratto come è sempre stato, già dai tempi del calcio, dalla preparazione fisica.
“La cosa buffa è che ho impiegato 10 anni per imparare a correre da atleta e non da calciatore” spiega con dovizia di particolari. Ora allena diversi atleti ed è diventato, dal punto di vista tecnico, un riferimento per i master veneti.

La società è stata fondata nel 1982, da un piccolo gruppo di amici su un'idea di Marcello Mamprin, l'attuale Presidente della società. Uno di loro era il titolare della Voltan, una impresa del settore alimentare specializzata in prodotti gastronomici come la pasta fresca, gli gnocchi e… i tortellini. In questo modo fu trovato subito anche lo sponsor, che continua tuttora a supportare la società. All'inizio c'erano pochi atleti che svolgevano esclusivamente attività su strada poi, un po' alla volta, la società è cresciuta fino ad arrivare agli oltre 200 atleti di oggi, di cui una quindicina di donne.
La sezione che svolge attività su pista è composta da una trentina di atleti, coordinata dal sopracitato Rossano Nordio e suddivisa su tre poli geografici:
Mestre/Venezia
Conegliano/Treviso – coordinato da Giancarlo Pasquali
Vicenza/Schio – coordinato da Franco Gasparinetti

Da quest'anno la società ha cambiato nella denominazione la parola “Mestre” con “Martellago”, un comune limitrofo a Venezia. “E' stata una richiesta dello sponsor” spiega Nordio “che ha voluto fosse citato anche il comune dove ha sede la Voltan”.

La società si occupa, ormai da diversi anni, dell'organizzazione della fase regionale dei Campionati di Società master. Manifestazione che quest'anno si è svolta l'1 e 2 luglio al campo San Giuliano di Mestre.

L'età media della squadra si aggira sui 50/55 anni, il “fior fiore” dell'età dei master.
La forza dei “tortellini”, come vengono scherzosamente chiamati dai loro avversari, sta nella grande compattezza della squadra. Non ci sono molte punte di eccellenza, ma un buon livello tecnico uniforme che permette di coprire tutte le gare. Ci sono poi molte figure poliedriche, come Curtolo, Menegazzi e Ceola che sono in grado di esprimersi a buoni livelli in diverse specialità. C'è poi un buon numero di riserve che permette di far fronte agli infortuni dell'ultimo momento, fenomeno purtroppo consueto nell'attività master.

Andiamo a conoscere gli atleti più rappresentativi:

Giorgio Curtolo (classe 1948): questo polivalente atleta ha vinto quest'anno, per la categoria MM55, il titolo italiano indoor di Pentathlon e i titoli italiani outdoor nel peso e nei 100 ad ostacoli. Un trascorso da decathleta nel settore assoluto, è specializzato soprattutto nei lanci e nel salto in alto.

Roberto Carli (classe 1953): ex nazionale assoluto di giavellotto, è tornato in pedana lo scorso anno in occasione della finale nazionale dei Campionati di Società di Salerno. In quell'occasione ha stabilito, con la misura di 55,45 (con l'attrezzo da 700 gr.) il nuovo record italiano per la categoria MM50. Quest'anno, a Misano Adriatico, ha vinto il titolo italiano di categoria. Roberto è padre e allenatore di Silvia, più volte campionessa italiana di giavellotto nelle categorie giovanili.

Maurizio Ceola (classe 1962): è una delle punte della società, specializzato soprattutto nel salto in lungo, nei 100 e nei 400 metri. E' campione italiano 2006 nell'eptathlon, categoria MM40, con 4.115 punti.

Adriano Biscaro (classe 1950): in gioventù è stato un campione internazionale di lotta greco-romana. A 35 anni ha iniziato a correre ed è diventato fortissimo nelle corse su strada. Per la finale si sta preparando per i 1.500 metri, gara dove cercherà di esprimersi al meglio.

Adriano Menegazzi (classe 1945): da giovane era un decathleta e tuttora rappresenta un “jolly” per la società, capace di spaziare dal salto in lungo al lancio del disco. A Misano Adriatico ha vinto il titolo italiano dei 300 hs (51”68) per la categoria MM60.

Giuseppe Capuzzo (classe 1935): è un vero e proprio talento, anche se non è ancora riuscito ad esprimere il suo potenziale. Nella finale dei societari di Salerno, lo scorso anno, è arrivato a correre gli 800 metri in 2'45”59 nonostante avesse solo un mese di preparazione. E' spesso bloccato da infortuni che si procura quando si allena sulla velocità. Con Nordio sta cercando di trovare l'allenamento più idoneo alle sue caratteristiche e ai suoi 71 anni.

Stefano Zanini (classe 1956): quest'anno, correndo in 58”08, ha vinto il titolo italiano dei 400 metri per la categoria MM50. Un infortunio dell'ultimo momento gli impedirà di essere presente alla finale di Ostia.

Giancarlo Pasquali (classe 1950): è soprannominato “Big Jim”, per la sua prestanza fisica. Ad Ostia sarà il titolare dei 100 e 200 metri. Negli allenamenti è un esempio di costanza e applicazione. Negli ultimi 6 anni si è allenato molto nella tecnica, con notevoli miglioramenti che gli permettono, a 56 anni, di correre sugli stessi tempi di quando aveva 5O anni. Oltre che atleta è il coordinatore del polo trevigiano della società oltre che responsabile delle sistemazioni logistiche nelle trasferte di gara.

Le staffette MM50: sono il fiore all'occhiello della società. Da 4 anni vincono il titolo italiano sia nella 4×100 (dove vantano un personale di 47”6) che nella 4×400 (dove hanno un personale di 3'51”). Nordio è una delle colonne portanti dei quartetti.

Andiamo ora ad elencare gli atleti che hanno contribuito all'ottenimento dei 9.282 punti che hanno permesso ai giallorossi di vincere il titolo regionale di società e di classificarsi al quarto posto nella classifica a punti nazionale:
100 e 200 m: PASQUALI Giancarlo MM55 13”23 (p.734), 26″74 (p.839)
400 m: ZANINI Stefano MM50 58”10 (p.775).
800 m: VIANELLO Roberto MM65 3'03”33 (p.508)
1.500 m: BISCARO Adriano MM55 4'49”16 (p.801).
3.000 m: BEVILACQUA Dario MM50 10'12”41 (p.809).
Alto: CURTOLO Giorgio MM55 1.48 (p.768).
Lungo: MENEGAZZI Adriano MM60 4.36 (p.716)
Peso: CURTOLO Giorgio MM55 11,85 (p.839).
Disco: MENEGAZZI Adriano MM60 35,43 (p.690).
Giavellotto: CARLI Roberto MM50 50,38 (p.878).
4X100: (PASQUALI Giancarlo – NORDIO Rossano – CEOLA Maurizio – ZULIANI Ugo) MM50 49”24 (p.790).
4X400: (NORDIO Rossano – GASPARINETTI Franco – MARCHIORI Daniele – NETTI Giovanni) MM55 4'08”87 (p.643).

La formazione schierata invece per la finale di Ostia, tenuto conto degli infortuni dei fratelli Zanini (Stefano e Oscar), di Roberto Vianello e di Ugo Zuliani, sarà la seguente:

100 m e 200 m: PASQUALI Giancarlo MM55, CAROLLO Stefano MM45.
400 m: GASPARINETTI Franco MM55, ANDREUTTO Massimo MM45
800 m: CAPUZZO Giuseppe MM70, MAMPRIN Marcello MM65
1.500 m: BISCARO Adriano MM55, LORIA Saverio MM40
3.000 m: MASIERO Orazio MM50, LORIA Saverio MM40
Alto: CURTOLO Giorgio MM55, MAMPRIN Marcello MM65
Lungo: MENEGAZZI Adriano MM60, CEOLA Maurizio MM40
Peso: CURTOLO Giorgio MM55, CAPRARO Luciano MM50
Disco: MENEGAZZI Adriano MM60, ALBERTIN Marco MM40
Giavellotto: CARLI Roberto MM50, ABALOTTI Giampietro MM50
4X100: PASQUALI Giancarlo MM55 – NORDIO Rossano MM60 – CEOLA Maurizio MM40 – CAROLLO Stefano MM40
4X400: NORDIO Rossano MM60 – GASPARINETTI Franco MM55 – CEOLA Maurizio MM40 – ANDREUTTO Massimo MM45

Come si può notare dalla lista. in pista a Ostia sarà presente anche il presidente Mamprin, che si presenterà come atleta alla partenza degli 800 metri e alla pedana del salto in alto.

Leggi gli articoli pubblicati su Atleticanet relativi alle altre società master:
SOCIETA' MASTER: L' ACSI PALATINO-CAMPIDOGLIO DI ROMA
SOCIETA' MASTER: AMBROSIANA MILANO
SOCIETA' MASTER: A.S. ATHLON-BASTIA
SOCIETA' MASTER: VITTORIO ALFIERI ASTI
SOCIETA' MASTER: LIBERATLETICA ROMA

fonte: Atleticanet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *