BUPA GREAT NORTH RUN – PREVIEW

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Nonostante il forfait dell’ultimo momento del primatista mondiale Paul Tergat (per un infortunio a un tendine) il campo dei partenti preannuncia una bella sfida.
Ci sarà Stefano Baldini che dovrà affrontare il marocchino Gharib campione del mondo e suo avversario in tante maratone, ci sarà il sudafricano Hendrick Ramaala che di GNR ne ha vinte già due e in sostituzione di Tergat sono stati chiamati il keniano Rogers Rop e un altro vincitore del passato e secondo lo scorso anno, l’etiope Dejene Birhanu.
Parteciperanno anche il maratoneta inglese Jon Brown, il keniano Wilberforce Talel e l’americano Dathan Ritzenhein forte nelle corse campestri che quest’anno ha deciso di debuttare in maratona a New York.

In campo femminile grande sfida fra l’etiope Berhane Adere e le keniane Susan Chepkemei (vincitrice nel 2001) e Sally Barsosio. Fra le non africane ci sarà Benita Johnson (vincitrice nel 2004) e l’atleta di casa Jo Pavey forte su pista nei 3000 e 5000 che ha deciso di allungare la distanza. L’atleta inglese è però reduce da un infortunio al polpaccio che le ha impedito di rappresentare l’Europa nella coppa del mondo.
Completano l’elite field la giapponese Mikie Takanaka, la keniana Olga Kimaiyo e la portoghese Analia Rosa.

Sabato 30 settembre ci saranno le gare sulle distanze più corte: dal miglio ai 3 chilometri.
Il miglio con la sfida fra Alex Kipchirchir e Ivan Heshko con gli spagnoli Juan Carlos Higuero, Sergio Gallardo e Reyes Estevez a inserirsi nel duello per la vittoria e Mo Farah e Michael East per rappresentare il Regno Unito.
I 3000 con Meseret Defar fra le donne e Craig Mottram fra gli uomini.

fonte: IAAF/foto BBC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *