SOCIETA’ MASTER: L’ “ACSI PALATINO-CAMPIDOGLIO” DI ROMA

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Nel mondo master, il nome della società che presentiamo oggi suona decisamente nuovo. Siamo a Roma, con Anna MICHELETTI, per parlare della PALATINO-CAMPIDOGLIO, la squadra che quest’anno ha fatto il suo esordio nelle competizioni federali master e subito si è imposta nel Lazio, vincendo a giugno a Casal del Marmo il titolo regionale per club femminili, con un punteggio ( 8597punti, seconda solo dietro la “SEF Macerata” ) che l’ ha collocata immediatamente anche tra le candidate al titolo tricolore per Società.
(Nella foto la 4×200 che ha vinto l’argento F40 al campionato italiano indoor 2006: Micheletti, Armanni, Zambusi e Stanziano. Fonte “Palatino–Campidoglio”)

Qual’ è dunque il segreto di questo felicissimo esordio? Be’, niente di magico! La base di atlete che ha portato da subito questi brillanti risultati di squadra è formata dal gruppo proveniente dall’ “AS.Atletica Villa Guglielmi” di Fiumicino, dove, per due anni consecutivi, sotto la guida di Claudio Rapaccioni, si era aggiudicato il titolo nazionale.

La nuova formazione master nasce all’interno del sodalizio della Campidoglio-Palatino. Le due società romane di atletica seniores e giovanile, fuse dal 1994, ma distinte nei nomi , la “Campidoglio-Palatino” (maschile, con presidente Roberto DE BENEDITTIS) e la “Palatino-Campidoglio” (femminile, con presidente Giovanni LO GIUDICE), hanno entrambe alcuni decenni di storia alle spalle. Nel 2006 e’ stato finalmente concretizzato il desiderio dei due presidenti di formare una squadra completa: dagli esordienti ai master, per evitare la fuoriuscita degli atleti e dar loro la possibilità di continuare nella stessa società anche una volta passati i 35 anni. Dunque, per formare e coordinare il settore master è stato abbastanza naturale pensare a Claudio RAPACCIONI, per la sua indubbia esperienza e per il suo passato da atleta e presidente della “Palatino”.

Attualmente la Campidoglio ha 288 iscritti, di cui 123 over-35, mentre la Palatino ha 108 iscritte, di cui 32 master.
La “Campidoglio-Palatino” oltre ad esser società di grandi numeri, è anche una delle più attive nella Capitale nell’organizzazione di gare. Ricordiamo, tra i principali eventi, la Roma Appia Run , gara nazionale su strada, sul vecchio percorso della Via Appia romana. La Maratona di Ostia, che a dicembre festeggerà il suo terzo compleanno. Il Meeting Anna Catalano, riunione nazionale in pista, a fine maggio; e, sempre in pista, a metà settembre, la Staffetta 12 x 1ora – Memorial Alberto Rizzi .
Quest’anno poi, impegno straordinario per la “Campidoglio-Palatino”, in programma è anche l’ organizzazione della finale Nazionale del Campionato di Società Master di Ostia.

Lo spirito della “Campidoglio-Palatino” è di portare avanti una atletica pulita, con un agonismo non sfrenato, con l'obiettivo di insegnare ai giovani uno stile di vita sano.
L'arrivo dei master nel gruppo è stato accolto positivamente. L’ultima dimostrazione si è avuta ad agosto, ad Abbadia S.Salvadore, dove la società ha partecipato ad un raduno organizzato dall'UISP sia con gli atleti assoluti che con i master, occasione in cui i due settori si sono amalgamati ancor di più.

La squadra femminile assoluta, la “Palatino-Campidoglio”, dal 1994 ad oggi e’ sempre arrivata alla Finale Nazionale dei Campionati di Società di pista, ottenendo come migliore prestazione un secondo posto in A2 nel 2003, e spesso ha partecipato con le staffette ai Campionati Italiani.
Della storia agonistica delle master della “Palatino-Campidoglio” possiamo parlare, invece, solo andando a vedere come si erano comportate le stesse atlete in altre realtà.
Infatti, come accennato, un gruppo, abbastanza compatto di atlete, nel corso degli ultimi anni, seguendo la strada del capitano Claudio Rapaccioni, ha cambiato diverse società, raccogliendo sempre ovunque il massimo dei risultati: come Liberatletica, seconde nel 2002 nel campionato di Società, e prime nel 2003; quindi come Atletica Villa Guglielmi, prime nel 2004 e, a pari punti con l'Ambrosiana di Milano, prime nel 2005.

Andiamo a conoscere le atlete piu’ rappresentative del gruppo:
Rosanna ROSATI, F45, unica atleta master ad essere inserita sia nella squadra master che in quella assoluta (in quest'ultima per il lancio del martello). Con le master riesce a coprire in maniera egregia tutte le gare, oltre essere la punta della squadra in quanto riesce ad ottenere in assoluto i migliori punteggi, è anche il tappabuchi: ovvero può coprire ogni gara in assenza di altre atlete! Pratica atletica leggera dal 1965; è insegnante di educazione fisica, era già tesserata Palatino da seniores, per 3 volte in Nazionale nelle prove multiple e primatista italiana nell’eptathlon nel 1982. I risultati di rilievo della Rosati da master: piu’ volte campionessa italiana nel martello e pentathlon lanci; quarta nei 400hs ai Mondiali di SanSebastian (con 1’16’’75 miglior prestazione italiana di categoria), e bronzo agli Europei di Poznan nel lancio del martello, e nella 4×400 F40.

Anna MICHELETTI, F50, ha praticato atletica fin da giovane dal 1966 al 1980 nelle prove degli 800m e 1500m, la sua società più significativa in gioventù è stata la Libertas S.Saba.
Nel 1992, all'età di 40 anni ha ripreso iniziando con il mezzofondo per poi, su suggerimento del suo tecnico e compagno di vita C. Rapaccioni, accorciare sempre di più le distanze, passando decisamente alla velocità. E’ dipendente Fidal, nell'Ufficio Master. Sempre presente alle competizioni internazionali, dove ha vinto il bronzo sugli 800m agli Europei nel 2000; bronzo sui 200m agli Europei indoor nel 2005; varie medaglie nelle staffette delle rappresentative nazionali master dal 2000 al 2006; le ultime due, in ordine di tempo sono l’ argento nella 4×400 F50 ed il bronzo nella 4×100 F50 agli Europei di Poznan. Svariati i titoli italiani di categoria vinti da Anna ai vari Campionati italiani, e ricordiamo addirittura un podio nel 2002, per la medaglia di bronzo in corsa campestre!

Reneè BESOZZI, F45, già piuttosto famosa come mamma ed allenatrice… Atleta di prove multiple, nonostante i suoi numerosi impegni con il figlio Andrew, è riuscita a coprire qualche gara per la Palatino. Per lei questo è un anno di rodaggio, per partecipare in forma ai prossimi Mondiali Master di Riccione.

Ilia DE ANGELIS, F40, la lunghista della squadra, residente ad Ischia, proviene dalla pallavolo, e’ insegnante di educazione fisica. Riesce ad allenarsi ed impegnarsi per la Società, nonostante la sua lontananza, e da sempre ha seguito il suo capitano C.Rapaccioni.

Irina GHIONOIU, F40, in pedana ai societari al salto in lungo e salto in alto, anche se la sua specialità è il salto triplo. La straniera del gruppo, di origine rumena in attesa di cittadinanza ormai prossima, è allenatore nazionale Fidal, e nella sua città di residenza, Perugia, allena un gruppo di ragazzi di buon livello nei salti.

Marisa ALFONSI, F50, lanciatrice specialista di disco e peso, insegnante di educazione fisica pratica atletica da diversi anni, fin da giovane.

Laura SEBASTIANI, F40, anche lei atleta in gioventù, proviene da una famiglia di “pane e atletica”, con i genitori ex giudici di gara, ed il fratello insegnante di educazione fisica e tecnico Fidal. Laura è specialista di getto del peso, è tornata alle competizioni master nel 2004, ai societari viene solitamente impiegata nel lancio del giavellotto.

Carla VIlLANI, F35, è la mezzofondista di punta della “Palatino-Campidoglio”, spazia dagli 800m ai 3000m e gare su strada; quest'anno purtroppo non è nella migliore condizione fisica ed e’ in dubbio la sua presenza alla finalissima di Ostia.

Daniela SAVELLONI, F45, specialista di lancio del disco, spesso offuscata in pedana dalla collega Marisa che lancia un pò più lontano di lei, ma paziente, attende il passaggio di categoria il prossimo anno, quando, con attrezzi più leggeri, sicuramente ci farà vedere qualcosa di bello…

E’ poi doveroso citare anche le altre atlete che hanno contribuito alla riuscita della squadra:
Noretta PIPERNO, Claudia CHIRRA, Tiziana STANZIANI, Rossana ARMANNI, Loredana ZAMBUS, Prisca PANEGROSSI, Carla PIRONE e, per ultime, le novità del gruppo Claudia DE STEFANIS e Sabrina CRISTIANI. Tutte loro hanno meno esperienza delle prime ma tutte sono molto disponibili e piene di buona volontà.

La prima uscita delle atlete con le nuove maglie della “Palatino-Campidolgio” è stata ad Ancona, in occasione dei Campionati Italiani Master indoor: ci sono stati alcuni titoli vinti e soprattutto tanta euforia per il nuovo percorso sociale. Anche a Misano, al Campionato Italiano di pista a giugno, la società ha avuto molte adesioni e diverse medaglie individuali e di staffetta.
Agli Europei di Poznan le atlete della “Palatino-Campidoglio” erano tre: Rosanna Rosati, Anna Micheletti e la marciatrice italoamericana Johanna De Petra, argento nella 10km marcia e bronzo nella maratona F60.

Chiedo ad Anna Micheletti, se è stato facile, arrivando quest'anno in una nuova Società, formare la squadra per il CdS, e di parlarmi poi della situazione dell’atletica femminile nel Lazio .
<< Mettere su la formazione per un campionato di società è sempre difficile, soprattutto per le donne che non hanno gli stessi numeri degli uomini, quindi spesso le assenze hanno peso determinante.
Ogni passaggio a nuovo club fa perdere qualche pezzo, ma anche acquistarne altri. La “Palatino-Campidoglio” aveva già alcune atlete in età master, ma per un motivo o per l’altro poche state però a disposizione per la qualificazione in questo Campionato. Sicuramente l'anno prossimo ci organizzeremo meglio, saremo più competitive, con tante nuove idee.
>>

<< Nella nostra regione la concorrenza tra club femminili è elevata: si guardi quest’anno alla classifica nazionale dopo la fase regionale: gia’ nelle prime 11, 4 provengono del Lazio, ed altre 2 squadre hanno coperto tutte le gare, senza però riuscire a qualificarsi. Penso che nel settore master la nostra sia la regione più rappresentata, e senza dubbio la più attiva in pista.
Paradossalmente, riconosco anche che praticare l'atletica in pista a Roma non è semplice. Dal 1958 non si costruiscono piste nuove, quando intanto la città è triplicata. Non esiste un struttura al coperto, nelle periferie non esistono impianti e nell'unico Campo centrale, alle Terme di Caracalla, vediamo che si concentra troppa gente.
Gran parte delle nostre atlete si allena allo Stadio “Nando Martellini”, a Caracalla; qualcuna si allena anche altrove, soprattutto le lanciatrici che… in realtà attualmente non sanno proprio dove allenarsi! (causa chiusura per ristrutturazione dell’impianto all’Eur, attrezzato con la zona lanci)
>>

Questa, dunque, la “Palatino–Campidoglio”, squadra assai equilibrata, senza praticamente punti deboli, che vedremo in campo a Ostia il prossimo fine settimana con l’impegno a far bella figura davanti al pubblico di casa e a lottare per conquistare il titolo. Avversarie avvertite !

Leggi gli articoli pubblicati su Atleticanet relativi alle altre società master:
SOCIETA' MASTER: G.S. TORTELLINI VOLTAN MARTELLAGO
SOCIETA' MASTER: AMBROSIANA MILANO
SOCIETA' MASTER: A.S. ATHLON-BASTIA
SOCIETA' MASTER: VITTORIO ALFIERI ASTI
SOCIETA' MASTER: LIBERATLETICA ROMA

fonte: Atleticanet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *