25° EDIZIONE DELLA MARATONA DI PECHINO

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Un cielo grigio ed una giornata relativamente fredda e molto umida hanno accolto i partenti della 25° Maratona di Pechino, che ha preso le mosse dalla enorme piazza Tienanmen, accompagnata da una straordinaria coreografia.

La gara maschile è diventata rapidamente una partita a due fra il vincitore della maratona di Roma 2006 David Kipkorir ed il connazionale James Kwambai, che l'ha spuntata nell'ultimo chilometro distanziando di 10″ Kipkorir e chiudendo in un tutto sommato modesto 2h10'36″. Takehisa Okino per la terza piazza, con alternanza di atleti giapponesi e keniani fino al primo cinese, piazzatosi ottavo.

Tutt'altra storia in campo femminile, dove le cinesi l'hanno fatta da padrone, aggiudicandosi la gara con la Sun Weiwei (2h34'41″) e piazzando in tutto 6 atlete nei primi dieci posti. Piazza d'onore per la keniana Pamela Chepchumba, anche lei a 10″ dalla vincitrice

Curiosamente nessuno degli atleti asiatici piazzati sul podio ha vinto il titolo continentale, che è stato appannaggio di atleti di rincalzo ma indicati dalle rispettive federazioni come partecipanti ufficiali al Campionato Asiatico.

Un'ultima nota sul percorso, che è stato l'occasione per una passerella sui futuri siti olimpici, a cominciare dall'arrivo nella località del futuro Stadio Nazionale (il “nido dell'uccello”, così è indicato in lingua) per un evento che già sta mettendo questo enorme Paese in fibrillazione

fonte: IAAF – Foto sito Uff Beijing 2008

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *