19° MARATONA DI CARPI – CAMPIONATO ITALIANO MASTER

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Domenica 15 ottobre è andata in scena da Maranello a Carpi la 19° Maratona d’Italia, quest’anno valida per l’assegnazione dei titoli italiani di specialità per le categorie master. A fine gara sono stati contati 1.233 arrivati tra gli uomini e 151 tra le donne. Assente Luciano ACQUARONE, che lo scorso anno qui ottenne la miglior prestazione mondiale della cat. M75, comunque non sono mancate buone prestazioni in campo master specie nelle categorie MM60-65-70 e nelle MF40-50-60. (Foto dell’organizzazione)

Nella MM60 trionfa il sardo Armando MANDARESU (1945), corridone molto conosciuto anche su pista, che finisce nell’eccellente tempo di 2°51’04” (8° all-time in Italia nella categoria), seguito con 2°54’30” (altro notevole tempo) da Giulio PASSOT (1943), un italo-belga campione lo scorso anno. Nella MM65 vince con oltre 5 minuti di vantaggio l’ex-nazionale di maratona e già campione italiano assoluto di maratona Gioacchino DE PALMA (MM65-1940). Il pugliese chiude in 3°01’37”, precedendo Carmelo SACCA’ (1940) secondo con un buon 3°06’49”. Nella MM70 il ravennate Giovanni SIROTTI (MM70-1935) prevale di una manciata di sesondi (3°16’37” a 3°16’49”) su Francesco CORDIALE (1936) e diventano rispettivamente il 5° e il 6° all-time italiani ultrasettantenni.

Tra le donne di grande valore la prestazione di Tiziana DI SESSA (MF40-1966) giunta oltrechè prima di categoria anche 6° assoluta nella classifica femminile. Il suo tempo di 2°45’43” corrisponde all’8° crono all-time tra le ultraquarantenni italiane. Di equivalente fattura la prestazione di Monica ALVONI-TAMBURINI (MF50-1956) finita con 3°04’32”, in progresso di 7 minuti e 20 secondi, con cui s’inserisce al 5° posto all-time di categoria. Stesso discorso per Immacolata FORMISANO (MF60-1946) che ottiene un tempo di tutto rilievo per la sua categoria: 3°42’11” all’8° posto all-time tra le ultrasessantenni. Inoltre meritevoli di segnalazione: Donatella VINCI (MF40-1965) con 2°56’40”; M. Grazia PIRAS (MF40-1966) con 2°57’11”; Reanta SOLMI (MF50-1954) con 3°08'20”.

Molto soddisfatto il patron della manifestazione Ivano BARBOLINI, che ha dichiarato: “Quest’anno è stato tutto meraviglioso sia dal punto di vista degli iscritti, aumentati del trenta per cento, che in tutte le altre iniziative collegate alla maratona d’Italia, di cui ricordiamo una delle più importanti, quella del centenario di Dorando Pietri. Da domani incremo a rimboccarci le maniche, perché il lavoro continua, i prossimi appuntamenti quelli del centenario sono ormai alle porte, il monumento al campione carpigiano, il documentario e forse un film sulla vita dell’eroe della maratona, per cui venne coniato da Gabriele D’annunzio il termine maratoneta, continueranno a far lavorare il comitato organizzatore senza sosta.”

I NUOVI CAMPIONI ITALIANI MASTER DI MARATONA

UOMINI
MM35: Riccardo BAGGIA (1971) (Atl. Valli di Non e Sole) 2°22’57”
MM40: Marco ARDEMAGNI (1963) (Daini Carate Brianza) 2°29’01”
MM45: Ivano ARDUIN (1959) (Atl. Lupatotina) 2°36’03”
MM50: Claudio ONGARO (1956) (La Fratellanza Mo) 2°36’10”
MM55: Felice PELLECCHIA (1951) (Mov. Spor. Pompei) 2°40’20”
MM60: Armando MANDARESU (1945) (Sulcis Mab ca) 2°51’04”
MM65: Gioacchino DE PALMA (1940) (Road Runners Bari) 3°01’37”
MM70: Giovanni SIROTTI (1935) (Atl. Mameli Ravenna) 3°16’37”
MM75: Antonino CAPONETTO (1931) (Atl. Cibeno Mo) 4°08’47”
MM80: Carletto CARLETTI (1925) (libero) 5°08’13”
MM85: Lino TADEI (1921) (Atl. Calvesi Aosta) 6°15’01”

DONNE
MF35: Sonia DONNINI (1968) (Atl. Scandiano) 2°59’43”
MF40: Tiziana DI SESSA (1966) (Jaky Tech Apuana) 2°45’43”
MF45: Anna Maria CASO (1961) (Pod. Cava Piacentini) 3°05’44”
MF50: Monica ALVONI-TAMBURINI (1956) (Acquadela Bo) 3°04’32”
MF55: Rita VALLI (1949) (D.L.F. Modena) 3°33’26”
MF60: Immacolata FORMISANO (1946) (P.M.B. Bovisio Masc.) 3°42’11”
MF65: M. Angela GATTI (1939) (Avis Pavia) 4°21’31”

fonte: Fidal-Atleticanet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *