NUOVO RECORD PER LA MARATONA DI ISTANBUL

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Nella mattina di ieri, domenica 5 novembre, il lituano Mindaugas Pukstas ha attraversato il ponte sul Bosforo dal continente asiatico a quello europeo ed è andato a vincere (2:12:49) la 28esima edizione della Maratona di Istanbul eurasiatica. Per le donne, la regina è stata la russa Madina Biktagirova con un tempo finale di 2:28:18.

Nella gara maschile la testa della corsa, dopo 5km, è stata presa da Faustin Baha Sulle, della Tanzania, e dal marocchino Mytahar Echchadi. I due hanno pian piano costruito un vantaggio sempre maggiore su due gruppi di inseguitori, il primo a circa 600m ed il secondo a 800m di distacco. Le posizioni in testa alla gara si sono mantenute grosso modo invariate fino a circa metà gara: al 22esimo chilometro Sulle ha staccato il marocchino che lo aveva accompagnato fino a quel momento ed ha incrementato gradualmente il suo vantaggio. Il tanzano è rimasto isolato alla testa della corsa fino al 35esimo chilometro quando un gruppetto staccatosi dagli inseguitori lo ha raggiunto. Questo gruppetto era formato dal lituano Mindaugas Pukstas, dall'ucraino Andriy Naumov e dal russo Sergey Lukin. Al quarantesimo chilometro Sulle era stato raggiunto e superato e oramai la vittoria si trattava di una lotta a tre. Nei 2km finali il lituano si è dimostrato superiore ai due avversari ed è andato a vincere con 2:12:49. Dietro di lui Naumov (2:12:56) e Lukin al terzo posto (2:13:06). Solo quarto Sulle che si era mantenuto al comando per più di tre quarti di gara.

La gara femminile ha visto la partecipazione al gruppo di testa di parecchie atlete sin dall'inizio. Intorno al quinto chilometro erano una dozzina le atlete davanti, e tra loro la turca Methap Dogan e le russe Lilia Yadzhak, Natalya Volgina e la campionessa in carica e detentrice del record del tracciato Madina Biktagirova.
La turca ha guidato il gruppetto fino a metà gara, cercando di accelerare il ritmo a tratti, per stancare le avversarie. E' stata lei invece a dover cedere il passo intorno al 25esimo chilometro e le ha dato il cambio davanti a tutte la russa Volgina, che ha tirato il gruppo per i successivi 10km.
Dietro di lei la sua connazionale Biktabirova sembrava mantenere tranquilla la posizione, tuttavia stava costruendo una vittoria che lentamente sarebbe stata chiara a tutti. Al 35esimo chilometro ha passato la Volgina e si è portata al comando della gara, e dopo 5km stava aumentando l'andatura lungo la salita che l'avrebbe portata alla vittoria. Ma non è stata una vittoria qualunque: il tempo di 2:28:18 è divenuto infatti il nuovo record del tracciato, che è andato a sostituire un tempo della Biktabirova stessa.

RISULTATI MASCHILI

1.Mindaugas Puktstas LTU 2:12:49
2.Andriy Naumov UKR 2:12:56
3.Sergey Lukin RUS 2:13:06
4.Faustin Baha Sulle TAN 2:13:22
5.John Kioko KEN 2:14:06
6.Hillary Kipkerring KEN 2:14:14
7.Iaroslav Musinschi MDA 2:15:02
8.Elias Chebet KEN 2:15:44

RISULTATI FEMMINILI

1.Madina Biktagirova RUS 2:28:18
2.Liliya Yadzhak RUS 2:29:19
3.Natalya Volgina RUS 2:30:04
4. Mehtap Dogan TUR 2:31:09
5.Alina Gherasim ROM 2:32:11
6.Malgorzata Sobanska POL 2:32:37
7.Mihaela-Maria Botezan ROM 2:36:57
8.Tatyana Zhirkova RUS 2:39:22

fonte: IAAF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *