INZIKURU E KAMAIS DOMINANO IL PRIMO CROSS INTERNAZIONALE DELL’ANNO

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Non si sono ancora spenti gli echi della stagione agonistica appena conclusa che già la nuova bussa alle porte. Il primo cross internazionale dell'anno si è corso ieri a Oeiras in Portogallo. L'Africa l'ha fatta da padrone.

Sotto un sole ed una temperatura non certo invernali e su di un percorso spettacolare fatto di lunghi piani collinari il keniano Peter Kamais ha corso verso la prima vittoria di questa nuova stagione agonistica. La svolta della gara al terzo chilometro circa quando Kamais ha preso il largo supportato da Peter Muriuki e Kiprono Menjo. La gara è stata a senso unico e l'arrivo, dopo nove chilometri di gara, ha visto Kamais giungere con 19 secondi di vantaggio sul secondo classificato Muriuki. Perso in un'anonima, ottava posizione il favorito e campione uscente Ronald Rutto. Il keniano è praticamente arrivato dietro al terzetto dei suoi connazionali e dietro anche a tutta la squadra portoghese che ha piazzato i suoi uomini dalla quarta alla settima posizione.

A fine gara il vincitore si è detto soddisfatto della gara definendola “facile”, soprattutto in considerazione del fatto della sua accurata preparazione. Ha aggiunto che correrà ancora il prossimo weekend a Torres Vedras per poi fare ritorno in kenia per allenarsi e puntare a risultati di maggior rilievo, non esclusa la vittoria al campionato mondiale di cross.

Pronostici rispettati in campo femminile dove dopo una partenza molto, troppo forte dell'atleta di casa Jessica Augusto, la Inzikuru ha preso la testa al terzo chilometro accompagnata dall'altra atleta portoghese Anália Rosa. Nell'ultimo giro poi, l'ugandese Inzikuru ha preso il largo sulla seconda andando a vincere con un vantaggio di oltre 10 secondi. Arrivo drammatico invece per l'assegnazione del gradino più basso del podio dove l'altra portoghese Mónica Rosa e la keniana Alice Chelangat, hanno dato vita ad uno sprint all'ultimo sangue. L'ha spuntata, per la gioia dei tifosi di casa, la portoghese Mónica Rosa.

Dopo la gara la Inzikuru ha detto di essersi potuta allenare poco a causa di un infortunio alla gamba sinistra ma di aver più o meno risolto i suoi problemi. Il proseguio della stagione invernale vedrà la Inzikuru tornare sulle piste indoor con l'obiettivo di presentarsi ai mondiali di Osaka nella miglior condizione di forma.

I RISULTATI
Uomini:
1. Peter Kamais KEN 26:19
2. Peter Muriuki KEN 26:38
3. Kiprono Menjo KEN 26:57
4. Rui Pedro Silva POR 27:02
5. Fernando Silva POR 27:09
6. Paulo Guerra POR 27:16
7. Paulo Gomes POR 27:26
8. Ronald Rutto KEN 27:30
9. Hermano Ferreira POR 27:32
10. José Rocha POR 27:38

Donne:
1. Dorcus Inzikuru UGA 17:22
2. Anália Rosa POR 17:35
3. Mónica Rosa POR 17:41
4. Alice Chelangat KEN 17:42
5. Jessica Augusto POR 17:52
6. Leonor Carneiro POR 18:21
7. Ana Dias POR 18:34
8. Magdaline Chemjor KEN 19:09
9. Marisa Barros POR 19:16
10. Carla Martinho POR 19:18

fonte: IAAF – António Manuel Fernandes

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *