A BRESSANONE I MONDIALI U18 DEL 2009

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Mondiali di atletica per la prima volta in Alto Adige

Urla di gioia nelle file della delegazione italiana/altoatesina alle ore 16.26 di questo pomeriggio. I 29 delegati della federazione internazionale di atletica IAAF al loro congresso nel hotel Fairmont di Monte Carlo avevano appena assegnato i campionati Mondiali Under 18 del 2009 a Bressanone.

Probabilmente dal 8 al 12 luglio 2009 (data da confermare) la piccola città di Bressanone (BZ) sarà il centro dell'atletica mondiale. Ca. 1.500 atleti provenienti dai 173 paesi membri IAAF ed altri 600 accreditati trasformeranno Bressanone in una vera comunità mondiale dell'atletica giovanile. LA IAAF ha assegnato per la prima volta campionati Mondiali all'Alto Adige. È anche la prima volta che l'Italia ospita questa manifestazione.

Mai prima la IAAF aveva dato il suo assenso alla disputa di Mondiali in una città così piccola come Bressanone (19.500 abitanti). Bressanone è già stata teatro di diversi appuntamenti nazionali di rilievo (i campionati italiani Assoluti nel 2005), e internazionali (la Coppa Europa di prove multiple, e le 25 edizione del Brixia Meeting per rappresentative regionali Under 18). “Ma questi Mondiali metteranno all'ombra tutto quello che abbiamo visto fin'ora a Bressanone. Io mi godo questo momento, e ringrazio tutti che hanno contribuito a questa assegnazione.

Da domani ci metteremo al lavoro,” ha commentato a caldo il consigliere federale e cittadino di Bressanone, Stefano Andreatta. Albert Pürgstaller, sindaco della vecchia città vescovile, promette di mettercela tutta per presentare città e provincia nel migliore dei modi. Armin Bonamico, presidente della FIDAL provinciale, vede i Mondiali come trampolino di lancio per i giovani in Alto Adige. “Faremo di tutto per avere anche atleti di casa a questo appuntamento importantissimo.

fonte: Dr. Markus Kaserer / Addetto stampa FIDAL – Alto Adige – Foto: running.bz.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *